SuperG maschile in Val Gardena: vince Ferstl, ma è la nebbia a farla da padrona…

Gli atleti con il pettorale dal 39 in poi non sono scesi.

Aggiornamento ore 14:43 - Il SuperG in Val Gardena si è concluso ora, in modo un po’ rocambolesco, con la decisione di non far partire gli atleti con il numero di dorsale dal 39 in poi. Dopo il 38° al via, infatti, la gara è stata a lungo interrotta per nebbia, poi si è scelto di ufficializzare i risultati ottenuti fino a quel momento e di non far partire tutti gli altri.

La vittoria va al tedesco Josef Ferstl (figlio d’arte, visto che suo padre è stato vice-campione del mondo) ed è la prima per lui in Coppa del Mondo. Il resto del podio è austriaco con Max Franz secondo e Matthias Mayer terzo. Male il favorito Kjetil Jansrud, che ha chiuso addirittura al 35° posto, ma c’è da dire che molti atleti, incluso il norvegese e anche i nostri azzurri, sono stati fortemente penalizzati dalla scarsa visibilità.

Il migliore degli italiani è stato Peter Fill, che ha chiuso all’ottavo posto, mentre Dominik Paris è solo 21°, Christof Innerhofer 24°, Mattia Casse 31° e gli altri, ossia Matteo Marsaglia, Guglielmo Bosca ed Emanuele Buzzi non sono potuti partire.

Nella classifica di specialità resta al comando Jansrud con 180 punti seguito dagli austriaci Vincent Kriechmayr e Max Franz, rispettivamente con 174 e 172 punti, mentre il vincitore di oggi è quarto con 144 e Peter Fill è il miglior italiano, decimo con 79 punti. In classifica generale comanda sempre Henrik Kristoffersen con 285 punti davanti al suo connazionale norvegese Aksel Lund Svindal e all’austriaco Marcel Hirscher che hanno entrambi 274 punti.

Questa le prime posizioni della classifica del SuperG di oggi in Val Gardena:
Classifica SuperG maschile in Val Gardena

Presentazione del SuperG in Val Gardena


Comincia oggi il lungo periodo della Coppa del Mondo di sci alpino sulla neve italiana. Alle ore 12:15 è in programma il SuperG in Val Gardena e al via ci saranno sette azzurri. Il primo a scendere in pista sarà Christof Innerhofer con il dorsale numero 10, subito seguito da Dominik Paris con l’11, poi toccherà a Peter Fill con il 19, in seguito a Mattia Casse con il 33, Matteo Marsaglia con il 45, Guglielmo Bosca con il 48 e infine Emanuele Buzzi con il 51.

In tutto al via ci sono 80 atleti, il primissimo a scendere, con il dorsale numero 1, sarà lo svizzero Beat Feuz, mentre il favorito, il norvegese Kjetiò Jansurd, ha il dorsale numero 15. La gara si potrà vedere in diretta tv su RaiSport ed Eurosport e in streaming tramite il sito web ufficiale di RaiSport, RaiPlay e, per gli abbonati, Eurosport Player o SkyGo. Qui su Blogo troverete il risultato aggiornato alla fine della gara.

Nei due giorni scorsi si sono svolte le prove della discesa di domani, sabato 16 dicembre, ma tra mille difficoltà. A causa della nebbia le prove sono state spesso interrotte e ci sono state delle lunghe pause, dunque i tempi registrati dagli atleti non sono molto attendibili. Nella prova di mercoledì 13 il più veloce è stato l’americano Jared Goldberg, mentre il migliore degli azzurri è stato Werner Hell con il quinto tempo, nella prova di ieri, invece, il migliore è stato l’austriaco Matthias Mayer e ancora Heel è stato l’azzurro più bravo, sempre con il quinto tempo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail