Ilaria Rinaldi, ex ciclista, morta a 33 anni. In passato era stata qualificata per doping

Era stata campionessa italiana di ciclocross Under 23, ma dal 2010 correva solo nelle granfondo.

Ilaria Rinaldi causa della morte

L'ex ciclista Ilaria Rinaldi, campionessa italiana di ciclocross Under 23 nel 2007, è stata trovata morta ieri, lunedì 2 aprile 2018, nel suo letto, nella casa in cui viveva a Badia, una frazione di Gambassi Terme, in provincia di Firenze. Aveva solo 33 anni e ora si indaga sulle cause della morte.

Nella sua stanza i carabinieri della compagnia di Empoli, che sono arrivati sul luogo del decesso con i genitori della giovane donna e con i volontari della Misericordia di Castelfiorentino, hanno trovato diverse siringhe usate e c'è dunque il sospetto che sia morta per una overdose di oppiacei, ma si saprà di più dopo che saranno effettuati i dovuti accertamenti.

La storia di Ilaria Rinaldi è molto particolare. Era una giovane promessa e nel 2007 aveva raggiunto l'apice con il trionfo nel campionato italiano di ciclocross Under 23, tuttavia, quello stesso anno, è stata trovata positiva al testosterone dopo una gara che aveva affrontato a Zeulenroda, in Germania, e per quella positività nel 2008 ha rimediato una squalifica di due anni.

Dal 2010 non correva più gare da professionista, ma continuava ad alimentare la sua passione per la bici disputando granfondo da dilettante e ottenendo anche discreti successi.

Ora la sua salma è stata trasferita presso l'Istituto di Medicina legale dell'ospedale fiorentino di Careggi, per effettuare gli accertamenti che sono stati disposti dalla Procura di Firenze in modo da chiarire le cause del decesso.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO