Champions League Volley 2018: vince ancora Kazan. Lube ko solo al tie-break. Perugia terza

I russi, padroni di casa, si sono imposti solo ai vantaggi del tie-break.

Aggiornamento ore 20:42 - È ancora lo Zenit Kazan la squadra campione d'Europa per la quarta volta consecutiva, aiutata nuovamente da una buona dose di buona sorte. La Cucine Lube Civitanova, infatti, oggi ha giocato alla grande, è stata avanti nel punteggio per la maggior parte del tempo, ma nei momenti decisivi i russi, che, lo ricordiamo, giocavano anche in casa, l'hanno spuntata.
Nel primo set la Lube sembrava più in grado di conquistare il parziale, anche se c'è stato sostanzialmente equilibrio, ma alla fine i padroni di casa l'hanno spuntata ai vantaggi 29-27. Nel secondo set è stato immediato il riscatto della squadra italiana che si è imposta 25-18 e poi è andata in vantaggio conquistando anche il terzo parziale per 25-23. Nel quarto, però, anche questo molto equilibrato, lo Zenit si è imposto nel finale 25-23 pareggiando così i conti e trascinando il match al tie-break. Il quinto set è stato al cardiopalma. La Lube si è ritrovata spesso avanti, anche di quattro punti, come sull'11-7, ma Kazan è riuscita a rifarsi sotto ad avvicinarsi 10-11 costringendo Medei a chiamare il time-out discrezionale, poi ha pareggiato 11-11 con Leon, la Lube è tornata momentaneamente avanti 13-12 dopo che il challenge ha svelato un tocco a muro dei russi che già credevano di essere loro avanti 13-12, ma nel finale, ai vantaggi, i padroni di casa ce l'hanno fatta e hanno chiuso 17-15 dopo che la Lube aveva avuto il match-point per prima sul 14-13, ma se lo è visto annullare da Leon, poi ne ha annullato uno ai russi che però ne hanno conquistato un altro e lo hanno messo a segno con un ace di Leon sulla riga. Leon che, nella prossima stagione, potremo molto probabilmente ammirare in Italia.

Questo il risultato della finale:
Cucine Lube Civitanova - Zenit Kazan 2-3 (27-29, 25-18, 25-23, 23-25, 15-17)

Perugia medaglia di bronzo. Zaksa ko


Perugia terza in Champions League 2018

Anche quest'anno saranno due le squadre italiane sul podio della Cev Champions League di pallavolo maschile: la Sir Colussi Sicoma Perugia, pur soffrendo un po' più del dovuto, ha avuto la meglio nella finale per il bronzo contro i polacchi dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle e dunque salirà sul terzo gradino dietro alle due finaliste che scenderanno in campo alle ore 18 (i padroni di casa dello Zenit Kazan e la Cucine Lube Civitanova).

La partita per Perugia oggi è cominciata in salita, perché i neo-campioni d'Italia hanno perso malamente il primo set per 25-17 e stavano per perdere anche il secondo, ma in extremis sono riusciti a spuntarla ai vantaggi 29-27. Gli umbri si sono trovati a inseguire di nuovo dopo aver ceduto il terzo set per 25-19, ma hanno poi pareggiato i conti nel quarto parziale, conquistato per 25-23, infine, nel tie-break, è tornata la Perugia che conosciamo e ha steso i polacchi per 15-7.

La stagione dei Block Devils si chiude dunque oggi con questo terzo posto ed è una stagione trionfale, senza precedenti e che segna la storia sia del club umbro, che ha vinto, tutti insieme, i primi tre trofei della sua storia, sia del volley italiano. Ricordiamo, infatti, che Perugia ha vinto Supercoppa, Coppa Italia e Scudetto più il podio in Champions League.

Questo il risultato della finale per il bronzo:
Zaksa Kedzierzyn-Kozle - Sir Colussi Sicoma Perugia 2-3 (25-17, 27-29, 25-19, 23-25, 7-15)

La finale per il titolo tra Zenit Kazan e Cucine Lube Civitanova comincia alle ore 18 e si può guardare in diretta streaming su laola1.tv.

Foto © CEV

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO