Malagò: "Daisy Osakue rischia di saltare gli Europei, troppo cortisone". Decisione il 3 agosto

Il Presidente del Coni ha parlato con il Presidente della Fidal Alfio Giomi.

Daisy Osakue

Durante la riunione della Giunta del Coni che ha votato oggi sulla candidatura unitaria di Cortina, Milano e Torino alle Olimpiadi Invernali 2026, il Presidente Giovanni Malagò ha parlato anche di Daisy Osakue, la discobola della nazionale italiana di atletica leggera che è convocata per gli imminenti Europei di Berlino, ma che rischia seriamente di doverli saltare in seguito a un'aggressione subita a Moncalieri. Il numero 1 del Coni, infatti, ha detto:

"Ho parlato oggi con Alfio Giomi che mi ha detto che la partecipazione di Daisy Osakue agli Europei di atletica è fortemente a rischio. Lei deve fare una dose massiccia di cortisone e malgrado ci sia la possibilità dell'esenzione la quantità è troppo elevata. Quello che è successo è un fatto estremamente grave"

Intanto la Fidal, la Federazione italiana di Atletica leggera presieduta proprio da Giomi, ha diffuso il responso del settore sanitario sulla visita cui l'azzurra si è sottoposta oggi:

"L’atleta, visitata in data odierna dallo Specialista Oculista della ASL Città di Torino, presenta abrasione ed edema retinico importante all'occhio sinistro post traumatico, trattata dallo Specialista con terapia antibiotica e corticosteroidea per via locale e sistemica. Venerdì 3 agosto l’atleta eseguirà un controllo oculistico presso l’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport, al fine di valutare se le condizioni cliniche e la terapia in atto siano compatibili con la partecipazione agli Europei di Berlino"

Intanto proseguono le indagini della Procura di Torino che sembra intenzionata a escludere l'aggravante razziale, poiché nelle ultime settimane si contano cinque episodi con lancio di uova ai danni di abitazioni e passanti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail