Volley, Mondiale per Club 2018: Trento fa pokerissimo! Lube ko 3-1

Il quinto trionfo di Trento al Mondiale per Club, sei anni dopo il quarto. Giannelli miglior palleggiatore.

Trentino Volley Mondiale per Club 2018

Aggiornamento ore 22:33 - La Trentino Volley torna sulla vetta del mondo conquistando il suo quinto Mondiale per Club a sei anni di distanza dall’ultimo trionfo (che era il quarto consecutivo). I ragazzi di Angelo Lorenzetti si sono imposti sulla Cucine Lube Civitanova in una splendida finale tutta italiana.
Il risultato finale a favore di Trento:
Trentino Volley-Cucine Lube Civitanova 3-1 (25-20, 22-25, 25-20, 25-18)

Nella finale per il bronzo il Fakel Novy Urengoy di Camillo Placì ha vinto per 3-1 (19-25, 25-20, 25-23, 25-23) contro l’Asseco Resovia, negando dunque ai polacchi la possibilità di vedere almeno una squadra di casa sul podio.

Mondiale per Club 2018: premi individuali


Questi i giocatori che hanno ricevuto i premi individuali:

Miglior schiacciatore 1: Uros Kovacevic (Trento)
Miglior schiacciatore 2: Dmitry Volkov (Fakel)
Miglior centrale 1: Simon (Lube)
Miglior centrale 2: Dragan Stankovic (Lube)
Miglior palleggiatore: Simone Giannelli (Trento)
Miglior opposto: Tsvetan Sokolov (Lube)
Miglior libero: Jenia Grebennikov (Trento)
MVP: Aaron Russell (Trento)

Lube-Trento: la finale tutta italiana


Mondiale per club Volley Lube-Trento

La finale del Campionato del Mondo per club di pallavolo maschile 2018 è tutta italiana! Ad affrontarsi nell’ultimo atto del FIVB Men’s Club World Championships in Polonia saranno Cucine Lube Civitanova e Trentino Volley, che nelle semifinali di Czestochowa si sono entrambe imposte in rimonta rispettivamente contro i polacchi dell’Asseco Resovia e i russi del Fakel Novy Urengoy. Finora è successo una sola volta di avere due squadre italiane sul podio del Mondiale per Club di volley maschile: era il 1992, si giocava a Treviso e la Gonzaga Milano trionfò proprio davanti alla Sisley padrona di casa, mentre al terzo posto si piazzarono i greci dell’Olympiakos.

In campionato sia la Lube sia Trento hanno 21 punti in classifica e sono rispettivamente seconda (con 8 vittorie e una sconfitta) e quarta (con 7 vittorie e due sconfitte), a -3 dalla capolista Perugia e appaiate all’Azimut Modena. Si sono incontrate nella quinta giornata di andata (il 4 novembre) a Civitanova e la Lube si è imposta 3-2 (22-25, 25-14, 22-25, 25-20, 15-13). In Supercoppa non si sono affrontante, anche se hanno partecipato entrambe alla Final Four che ha visto trionfare Modena battendo Trento in finale per 3-2 mentre la Lube ha sconfitto Perugia 3-1 nella finale per il terzo posto.

In totale i precedenti tra Trento e Lube sono 61, con 31 vittorie per i biancorossi e 30 per i gialloblù. In questo anno solare si sono sfidate quattro volte e in tutti e quattro i casi hanno vinto i marchigiani. Oltre al già citato successo in campionato del 4 novembre scorso, ci sono una vittoria in Champions League del 4 aprile per 3-1 (andata dei Playoff 6) e due successi a Trento, per 3-1 il 14 gennaio nella Regular Season della SuperLega e per 3-2 l’11 aprile nel ritorno di Champions League. Il successo più recente di Trento contro la Lube è del 13 novembre 2016, 3-2 in casa nella Regular Season del campionato.

Volley, Mondiale per club: i percorsi delle italiane


Cucine Lube Civitanova Mondiale per Club 2018

La Cucine Lube Civitanova ha giocato la fase a gironi nella Pool A che ha dominato battendo per 3-1 (25-21, 22-25, 25-21, 27-25) i polacchi dello SKRA Belchatow, per 3-2 (20-25, 25-22, 24-26, 25-23, 19-17) i super-campioni russi dello Zenit Kazan e per 3-0 gli altri russi, quelli del Fakel Novy Urengoy per 3-0 (25-17, 25-18, 25-19). Hanno così chiuso il gruppo con 8 punti, davanti al Fakel con 4 e allo Zenit Kazan con 5 (ma con una sconfitta in più dei connazionali e dunque eliminato). In semifinale a Czestochowa i ragazzi di Giampaolo Medei hanno fatto fuori i polacchi dell’Asseco Resovia per 3-1 (29-31, 25-19, 25-14, 25-23).

La Trentino Volley a sua volta ha dominato la Pool B battendo per 3-0 (25-19, 25-15, 25-19) gli iraniani del Khatam Ardakan, per 3-1 (17-25, 28-26, 25-23, 27-25) i tre volte campioni del mondo brasiliani del Sada Cruzeiro e per 3-0 (26-24, 25-23, 25-20) i polacchi dell’Asseco Resovia. I gialloblù hanno così chiuso il girone con ben 9 punti davanti alla squadra polacca che si è fermata a 5. In semifinale i ragazzi di Angelo Lorenzetti hanno trovato i siberiani del Fakel Novy Urengoy, allenati dal salentino Camillo Placì, e li hanno stesi per 3-1 (22-25, 25-14, 25-16. 25-19).

L’Italia è la nazione che ha vinto più medaglie nel Mondiale per Club di volley maschile: finora ben 14, di cui 8 ori, 2 argenti e 4 bronzi, cui oggi si aggiungeranno un oro e un argento. Trento è la squadra con più trionfi, quattro davanti ai brasiliani del Sada, ed è arrivata anche altre due volte sul podio, fermandosi al terzo gradino. La Lube, invece, sul podio è salita una sola volta, l’anno scorso, seconda dietro allo Zenit Kazan.

Programma delle finali del FIVB Men’s Club World Championships 2018

Domenica 2 dicembre
Ore 17:30, finale per il terzo posto: Asseco Resovia-Fakel Novy Urengoy
Ore 20:30, finale per il titolo: Cucine Lube Civitanova-Trentino Volley

Le partite si potranno vedere in diretta tv su RaiSport e in streaming tramite RaiPlay.

Foto © Lega Volley e FIVB

  • shares
  • +1
  • Mail