Milano-Sanremo 2019: trionfa il fenomeno francese Julian Alaphilippe

Bravi anche Vincenzo Nibali, ottavo, e Matteo Trentin, decimo.

Da tanti anni non succedeva, di solito alla Milano-Sanremo si entrava Papa e si usciva cardinale, ma questa volta no, questa volta ha vinto proprio il grande favorito, Julian Alaphilippe, il giovane francese che ha ormai una carattere da veterano, tanto da sopportare la pressione e mettere in riga tutti gli altri big nel finale con arrivo a gruppo ristretto.

La fuga della prima ora è stata animata da Fausto Masnada della Androni, Mirco Maestri e Alessandro Tonelli della Bardiani CSF, Guy Sagiv della Israel Academy, Luca Raggio e Sebastian Schonberger della Neri Sottoli, Jonas Henttala, Andrea Peron, Charles Planet e Umberto Poli della Novo Nordisk. Questo gruppetto ha avuto un vantaggio massimo di 8' 30" dopo una quarantina di chilometri.

Il gruppetto di testa si è sfaldato quando, su Capo Berta, Sebastian Schonberger ha allungato e gli ha risposto Fausto Masnada che poi lo ha superato ed è andato via da solo. L'italiano è stato protagonista di una bella azione in solitaria, attaccando la Cipressa con 12" di vantaggio sul gruppo, ma poi, a 25 km dal termine, è stato ripreso anche lui.

Dopo che il gruppo si è ricompattato, la UAE Team Emirates ha preso la discesa della Cipressa in testa, ma è stato Niccolò Bonifazio della Direct Energie ad andare via da solo, scendendo a tutta. Ai -11 km, ai piedi del Poggio, Bonifazio è stato ripreso dal gruppo.

Sul Poggio è scattato prima Lawson Craddock (EF Drapac), gli ha risposto subito Niki Terpstra (Direct Energie), poi si sono aggiunti altri "big" Julian Alaphilippe (QuickStep), Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), Matteo Trentin (Mitchelton-Scott), Michal Kwiatkowski (Team Sky), Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma), Oliver Naesen (AG2R) e il campione del mondo in carica Alejandro Valverde (Movistar).

Non c'è stata molta collaborazione in questo gruppo e così altri uomini sono riusciti a rientrare. Negli ultimi due chilometri ci sono stati scatti e contro-scatti, il gruppetto di testa si è allungato, Matej Mohoric ha lanciato lo sprint, ma alla fine, ad avere la meglio, è stato proprio il principale favorito della vigilia, Julian Alaphilippe. Sul podio con lui salgono Oliver Naesen e Michal Kwiatkowski. Si è difeso benissimo Vincenzo Nibali, protagonista anche quest'anno, classificatosi all'ottavo posto e dunque primo degli italiani, decimo, invece, il campione d'Europa Matteo Trentin.

Milano-Sanremo 2019: la top ten finale

1) Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) 6h 40' 14"
2) Oliver Naesen (AG2R La Mondiale)
3) Michal Kwiatkowski (Team Sky)
4) Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
5) Matej Mohoric (Bahrain-Merida)
6) Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma)
7) Alejandro Valverde (Movistar Team)
8) Vincenzo Nibali (Bahrain Merida)
9) Simon Clarke (EF Education First)
10) Matteo Trentin (Mitchelton-Scott)

La presentazione della Milano-Sanremo 2019


Milano-Sanremo 2019 percorso startlist e diretta tv e streaming

Il grande giorno della Classicissima di Primavera è arrivato: oggi, sabato 23 marzo, si corre la Milano-Sanremo 2019, appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di ciclismo e di sport in generale. Con il numero 1 sulla schiena c'è Vincenzo Nibali, autore l'anno scorso di un'impresa straordinaria che è andata dritta negli annali dello sport e che tutti ricorderanno a lungo. Una vittoria inaspettata e costruita metro dopo metro. Sarà capace di ripetersi o cederà lo scettro a qualcun altro, magari un altro italiano?

Tra i favoriti c'è sicuramente il campione d'Italia in carica Elia Viviani, che dovrà però vedersela con tanti agguerritissimi campioni, a partire dal suo compagno di squadra Julian Alaphilippe, che è praticamente il favorito numero 1, poi ovviamente il tre volte campione del mondo Peter Sagan, velocisti come Arnaud Démare (che l'ha già vinta in passato), Caleb Ewan, Fernando Gaviria, Dylan Groenewegen, altri ex vincitori come Alexander Kristoff, Michal Kwiatkowski e finisseur come Sonny Colbrelli, Greg Van Avermaet e Matteo Trentin. Ma questa, si sa, è una corsa che può regalare mille sorprese.

Milano-Sanremo 2019: altimetria e planimetria del percorso


Milano-Sanremo 2019 - Altimetria del percorso

Il percorso è quello classico, che collega Milano con la riviera di Ponente passando per Pavia, Ovada, Passo del Turchino, poi scende su Genova Voltri, procede per Varazze, Savona, Albenga, Imperia, San Lorenzo al Mare per giungere alla sequenza dei Capi, ossia Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta e infine le due salite spesso decisive, ossia la Cipressa e il Poggio di Sanremo. La prima è lunga 5,6 km con una pendenza media del 4.1% e ha una discesa molto tecnica per tornare sull'Aurelia, la seconda, quella del Poggio, è lunga 3,7 km con meno del 4% d pendenza media, ma picchi dell'8% proprio prima dello scollinamento.

Il Poggio è negli ultimi 9 km di corsa e ha una carreggiata più ristretta e quattro tornanti nei primi 2 km. Anche la discesa è molto tecnica e in alcuni passaggi è stretta, è caratterizzata da una serie di tornanti, curve e controcurve prima di arrivare sulla statale Aurelia per percorrere gli ultimi 2 km su lunghi rettilinei cittadini.

Ai -850 metri c'è una curva a sinistra su rotatoria e a-750 metri c'è l'ultima curva prima dell'ingresso sul rettilineo finale si via Roma. Ci sarà un arrivo in solitaria come l'anno scorso, un arrivo in gruppo ristretto come due anni fa, con Kwiatkowski trionfante su Sagan e Alaphilippe, o un arrivo da velocisti come nel 2016 con Démare capace di mettere la sua ruota davanti a tutti?

Milano-Sanremo 2019 - Planimetria del percorso

Milano-Sanremo 2019 in diretta tv e streaming

La Milano-Sanremo si può seguire in diretta tv su Raisport dalle ore 12, poi dalle ore 14 si sposterà su Rai2. La trasmetterà anche Eurosport 2, dalle ore 14:30. In streaming si potrà seguire tramite il sito di RaiSport e le dirette di RaiPlay e, per gli abbonati, tramite Eurosport Player. Il via ufficiale alla gara sarà dato alle ore 10 a Milano, l'arrivo, a seconda della velocità media, è previsto tra le 16:45 e le 17:30.

Milano-Sanremo 2019: ecco la startlist

Bahrain Merida
1 Nibali Vincenzo
2 Colbrelli Sonny
3 Haussler Heinrich
4 Koren Kristijan
5 Mohorič Matej
6 Sieberg Marcel
7 Teuns Dylan

AG2R La Mondiale
11 Bardet Romain
12 Duval Julien
13 Godon Dorian
14 Naesen Oliver
15 Peters Nans
16 Venturini Clément
17 Warbasse Larry

Androni Giocattoli - Sidermec
21 Belletti Manuel
22 Busato Matteo
23 Cattaneo Mattia
24 Frapporti Marco
25 Gavazzi Francesco
26 Masnada Fausto
27 Montaguti Matteo

Astana Pro Team
31 Cort Magnus
32 Ballerini Davide
33 Boaro Manuele
34 Cataldo Dario
35 De Vreese Laurens
36 Gidich Yevgeniy
37 Gregaard Jonas

Bardiani - CSF
41 Albanese Vincenzo
42 Carboni Giovanni
43 Maestri Mirco
44 Orsini Umberto
45 Pessot Alessandro
46 Rota Lorenzo
47 Tonelli Alessandro

BORA - Hansgrohe
51 Sagan Peter
52 Bennett Sam
53 Bodnar Maciej
54 Burghardt Marcus
55 Drucker Jempy
56 Gatto Oscar
57 Oss Daniel

CCC Team
61 Van Avermaet Greg
62 De Marchi Alessandro
63 Schär Michael
64 Van Hoecke Gijs
65 Van Hooydonck Nathan
66 Van Keirsbulck Guillaume
67 Wiśniowski Łukasz

Cofidis, Solutions Crédits
71 Laporte Christophe
72 Bouhanni Nacer
73 Simon Julien
74 Lemoine Cyril
75 Vanbilsen Kenneth
76 Van Lerberghe Bert
77 Waeytens Zico

Deceuninck - Quick Step
81 Alaphilippe Julian
82 Declercq Tim
83 Gilbert Philippe
84 Lampaert Yves
85 Richeze Maximiliano
86 Štybar Zdeněk
87 Viviani Elia

Direct Energie
91 Terpstra Niki
92 Bonifazio Niccolò
93 Calmejane Lilian
94 Cousin Jérôme
95 Grellier Fabien
96 Ourselin Paul
97 Turgis Anthony

EF Education First
101 Clarke Simon
102 Van Den Berg Julius
103 Bettiol Alberto
104 Craddock Lawson
105 Langeveld Sebastian
106 Mclay Daniel
107 Modolo Sacha

Groupama - FDJ
111 Démare Arnaud
112 Guarnieri Jacopo
113 Konovalovas Ignatas
114 Küng Stefan
115 Ladagnous Matthieu
116 Le Gac Olivier
117 Roux Anthony

Israel Cycling Academy
121 Neilands Krists
122 Brändle Matthias
123 Cimolai Davide
124 Dunne Conor
125 Sagiv Guy
126 Sbaragli Kristian
127 Van Asbroeck Tom

Lotto Soudal
131 Ewan Caleb
132 Hansen Adam
133 Keukeleire Jens
134 Kluge Roger
135 Maes Nikolas
136 Marczyński Tomasz
137 Van Der Sande Tosh

Mitchelton-Scott
141 Trentin Matteo
142 Affini Edoardo
143 Hepburn Michael
144 Impey Daryl
145 Juul-Jensen Christopher
146 Mezgec Luka
147 Stannard Robert

Movistar Team
151 Valverde Alejandro
152 Barbero Carlos
153 Bennati Daniele
154 Betancur Carlos
155 Landa Mikel
156 Mas Lluís
157 Roelandts Jürgen

Neri Sottoli - Selle Italia - KTM
161 Visconti Giovanni
162 Bertazzo Liam
163 Marengo Umberto
164 Pacioni Luca
165 Raggio Luca
166 Schönberger Sebastian
167 Velasco Simone

Team Dimension Data
171 Kreuziger Roman
172 Cummings Steve
173 Eisel Bernhard
174 Gasparotto Enrico
175 Janse Van Rensburg Reinardt
176 Nizzolo Giacomo
177 Slagter Tom-Jelte

Team Jumbo-Visma
181 Groenewegen Dylan
182 Jansen Amund Grøndahl
183 Van Der Hoorn Taco
184 Teunissen Mike
185 Van Aert Wout
186 Van Emden Jos
187 Van Poppel Danny

Team Katusha - Alpecin
191 Battaglin Enrico
192 Gonçalves José
193 Haller Marco
194 Hollenstein Reto
195 Kuznetsov Vyacheslav
196 Politt Nils
197 Würtz Schmidt Mads

Team Novo Nordisk
201 Brand Sam
202 Henttala Joonas
203 Kusztor Péter
204 Lozano David
205 Peron Andrea
206 Planet Charles
207 Poli Umberto

Team Sky
211 Kwiatkowski Michał
212 Doull Owain
213 Ganna Filippo
214 Geoghegan Hart Tao
215 Gołaś Michał
216 Puccio Salvatore
217 Rowe Luke

Team Sunweb
221 Matthews Michael
222 Curvers Roy
223 Dumoulin Tom
224 Hirschi Marc
225 Kragh Andersen Søren
226 Roche Nicolas
227 Pedersen Casper

Trek - Segafredo
231 Theuns Edward
232 Brambilla Gianluca
233 De Kort Koen
234 Irizar Markel
235 Skujiņš Toms
236 Stuyven Jasper
237 Degenkolb John

UAE-Team Emirates
241 Kristoff Alexander
242 Bystrøm Sven Erik
243 Gaviria Fernando
244 Marcato Marco
245 Philipsen Jasper
246 Troia Oliviero
247 Ulissi Diego

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail