Giro d'Italia 2019: trionfo italiano! A Masnada la tappa 6, a Conti la Maglia Rosa

Giovanni Carboni secondo in classifica generale e Maglia Bianca.

Spettacolo tutto italiano nella sesta tappa del Giro dItalia 2019 con Fausto Masnada dell'Androni-Sidermec che ha conquistato la lunghissima frazione da Cassino a San Giovanni Rotondo (238 km) e Valerio Conti della UAE-Emirates che si prende la Maglia Rosa strappandola a Primoz Roglic che invece con il suo Team Jumbo-Visma non ha combattuto oggi per difendere il primato.

E la ciliegina sulla torta è quella di Giovanni Carboni della Bardiani-CSF che va a indossare la Maglia Bianca di miglior giovane, mentre Giulio Ciccone conserva quella azzurra e Pascal Ackermann quella Ciclamino. Prima della partenza Conti aveva 1' 59" di ritardo da Roglic e Carboni 2' 53". Roglic è anche caduto oggi, facendosi male a un gluteo, ma di certo lui e la sua squadra non hanno gestito bene la corsa e alla fine è arrivato al traguardo con oltre sei minuti di ritardo.

Oggi ci sono voluti più di 40 km chilometri prima che si formasse la fuga vera e propria, sono poi riusciti a partire Andrey Amador, José Rojas (Movistar), Valerio Conti (UAE-Emirates), Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Giovanni Carboni (Bardiani-CSF), Fausto Masnada (Androni-Sidermec), Sam Oomen (Team Sunweb), Pieter Serry (Deceuninck-Quick-Step), Nans Peters (Ag2r La Mondiale), Nicola Bagioli (Nippo-Vini Fantini-Faizané), Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Amaro Antunes (CCC Team) e Nicola Conci (Trek-Segafredo).

Dopo 75 km il vantaggio dei 13 davanti era di di 3' 20", ma il gap invece di diminuire negli ultimi chilometri, è salito, fino a superare i 7' a meno di 20 km dal termine. Masnada è scattato ai -29 km e Conti gli è andato a ruota, i due sono fuggiti e hanno collaborato, ben sapendo che potevano spartirsi uno la Maglia e l'altro la vittoria. Nel finale Conti ha mollato e ha lasciato che Masnada andasse a conquistare la vittoria di tappa.

Era da nove tappe che un italiano non vinceva una tappa, l'ultimo era stato Elia Viviani l'anno scorso, mentre era da ben tre anni che un nostro connazionale non indossava la Maglia Rosa, ossia da quando Vincenzo Nibali l'ha riconquistata nell'ultima frazione del Giro 2016.

Questi i primi dieci oggi al traguardo:
1) Fausto Masnada (Androni Giocattoli-Sidermec) 5' 45" 01
2) Valerio Conti (UAE-Team Emirates) +4"
3) José Joaquin Rojas (Movistar) +37"
4) Rubén Plaza (Israel Cycling Academy) +37"
5) Giovanni Carboni (Bardiani-CSF) +42"
6) Pieter Serry (Deceuninck-Quick Step) +52"
7) Valentin Madouas (Groupama-FDJ) +52"
8) Nans Peters (AG2R La Mondiale) +56"
9) Andrey Amador (Movistar) +56"
10) Amaro Antunes (CCC Team) +56"

E questi i primi quindici della classifica generale:
1) Valerio Conti (UAE-Team Emirates) 25h 22' 00"
2) Giovanni Carboni (Bardiani-CSF) +1' 41"
3) Nans Peters (AG2R La Mondiale) +2' 09"
4) José Joaquin Rojas (Movistar) +2' 12"
5) Valentin Madouas (Groupama-FDJ) +2' 19"
6) Amaro Antunes (CCC Team) +2' 45"
7) Fausto Masnada (Androni Giocattoli-Sidermec) +3' 14"
8) Pieter Serry (Deceuninck-Quick Step) +3' 25"
9) Andrey Amador (Movistar) +3' 27"
10) Sam Oomen (Team Sunweb) +4' 57"
11) Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) +5' 24"
12) Nicola Conci (Trek-Segafredo) +5' 49"
13) Simon Yates (Mitchelton-Scott ) +5' 59"
14) Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) +6' 03"
15) Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) +6' 08"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail