Giro d’Italia 2019, 13a tappa: Zakarin vince sul primo arrivo in salita. Polanc resta in Rosa

Sempre più appassionante il duello tra Vincenzo Nibali e Primoz Roglic.

Il russo Ilnur Zakarin della Katusha-Alpecin ha vinto la tredicesima tappa del Giro d’Italia 2019, la prima con arrivo in salita a Ceresole Reale, Lago Serrù. Dietro di lui si sono piazzati sul podio odierno Mikel Nieve della Mitchelton-Scott e Mikel Landa della Movistar. Jan Polanc (Team UAE Emirates) è arrivato con 4’ 39” di ritardo, ma ha comunque difeso la Maglia Rosa.

La fuga di giornata è stata composta da ben 26 corridori che hanno avuto oltre due minuti di vantaggio, poi, quando il gap è diminuito, a circa 25 km dal termine, si è formato un gruppetto più ristretto trainato da Fausto Masnada dell’Androni Giocattoli-Sidermec, vincitore della sesta tappa, ma man mano che la strada saliva, si è fatta sentire la selezione e in testa negli ultimi e decisivi chilometri sono rimasti Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin), Mikel Nieve (Mitchelton-Scott), poi Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Mikel Landa (Movistar), Rafael Majka (Bora-Hasngrohe) e un terzetto con Pavel Sivakov (Team Ineos), Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) e Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida). Nibali, infatti, ha battezzato la ruota di Roglic, ritenendolo il più forte, e gli è stato appiccicato, poi ha provato anche ad accelerare, ottenendo come risultato quello di seminare Sivakov. Roglic e Nibali hanno poi proceduto uno incollato all’altro fino al traguardo e sono arrivati con 2’ 57” di ritardo da Zakarin, rispettivamente settimo e ottavo. Nella top ten troviamo anche Davide Formolo della Bora-Hansgrohe, decimo, che è stato tra i protagonisti per tutta la tappa.

Questi i primi dieci oggi al traguardo della tappa Pinerolo-Ceresole Reale (Lago Serrù) lunga 196 km e con il primo arrivo in salita:
1) Ilnur Zakarin (Team Katusha Alpecin) 5h 34’ 40”
2) Mikel Nieve (Mitchelton-Scott) +35”
3) Mikel Landa (Movistar) +1’ 20”
4) Richard Carapaz (Movistar) +1’ 38”
5) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +1’ 45”
6) Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +2’ 07”
7) Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) +2’ 57”
8) Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) +2’ 57”
9) Pavel Sivakov (Team Ineos) +3’ 34”
10) Davide Formolo (Bora-Hansgrohe) +3’ 50”

E queste sono le prime posizioni in classifica generale dopo 13 tappe:
1) Jan Polanc (UAE Team Emirates) 54h 28’ 59”
2) Primoz Roglic (Team Jumbo-Visma) +2’ 25”
3) Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) +2’ 56”
4) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +3’ 06”
5) Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) +4’ 09”
6) Richard Carapaz (Movistar) +4’ 22”
7) Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +4’ 28”
8) Mikel Landa (Movistar) +5’ 08”
9) Pavel Sivakov (Team Ineos) +7’ 13”
10) Miguel Angel Lopez (Astana) +7’ 48”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail