OutdoorCinema - La morte sospesa

Morte sospesa - Touching the Void

“Più ti avvicini alla morte e più senti di essere vivo”

La storia - Il film è ispirato alla vicenda realmente accaduta a Joe Simpson e Simon Yates. Nel 1985 i due amici, appassionati di alpinismo, scalano la Siula Grande, nelle Ande peruviane.

Joe scivola e cade, restando nel vuoto, attaccato a Simon solo dalla corda di sicurezza. La situazione è drammatica, ma Simon non molla. Cerca di tirare a sé il compagno… non ci riesce.

Taglia la corda, una decisione che un alpinista non vorrebbe mai prendere. Torna al campo base, convinto della morte del compagno, precipitato nel vuoto, ma succede qualcosa di imprevisto.

La comunità alpinista accusa Simon di aver tradito un inviolabile codice etico. Joe decide allora di scrivere un libro per scagionare l’amico.

A metà fra fiction e documentario, il film di Kevin MacDonald è uno straordinario atto d'amore per la montagna e per lo sport dell'alpinismo, vissuto come una filosofia di vita prima che come agonismo.

Regia di Kevin MacDonald
Con Simon Yates, Nicholas Aaron, Joe Simpson, Brendan Mackey
Genere Docu-fiction
Durata 113 minuti.
Produzione Gran Bretagna 2003

Il trailer

  • shares
  • Mail