Vivere la città su due ruote: il libro per vivere la bici in città, e non solo

Un colpo di pedale ci salverà. È questa la tesi del libro "La manutenzione della bicicletta e del ciclista di città", una guida completa sul mezzo di trasporto più ecologico, divertente e salutare

Secondo un recente calcolo gli automobilisti passano circa 15 giorni all’anno bloccati nel traffico a una velocità media che non supera i 25 km orari. Per non parlare del costo della benzina che galoppa verso i 2 euro al litro. Per questi motivi torna di grande attualità il mezzo di trasporto più ecologico, pulito e divertente: la bicicletta. Anche per questo capita a proposito l’arrivo in libreria il 29 marzo di La manutenzione della bicicletta e del ciclista di città (Ponte alle Grazie. pagg.138, 9 euro) di Ilaria Sesana con disegni di Niccolò Barbiero.

Guida pratica e libro “filosofico”, il volume si occupa della manutenzione del mezzo e del ciclista stesso esaltando il piacere terapeutico di fare le cose con le proprie mani: "Non è così difficile riparare i piccoli guasti della bici. Divertente, forse, è una parola grossa. Ma, di certo, so che posso farlo da sola senza doverla lasciare per qualche giorno dal ciclista. Perché prima di tutto la bicicletta è libertà. Libertà di muovermi per la città senza restare imbottigliata nel traffico. O impazzire alla ricerca di un parcheggio".

L’autrice è una giornalista che vive a Milano da tre anni durante i quali, grazie alla sua fedele mountain bike, è divenuta una vera esperta di ciclismo urbano. Certo la bici da noi se non un rischio può essere un azzardo, siamo molto lontani da paesi come la Danimarca dove le aziende mettono a disposizione docce per i dipendenti che vanno al lavoro in bicicletta. In attesa che le piste ciclabili si moltiplichino e si affermi una nuova sensibilità.

Nella divertente guida c’è davvero di tutto: da un piccolo manuale di pronto intervento alla storia della Critical Mass (il movimento che chiede la città a misura di bici), dal decalogo alla guida sicura a come si sceglie una bicicletta, dai consigli su come si pianifica un viaggio a una utile guida ai siti, ai libri, ai film su due ruote. E non si tralasciano nemmeno le benefiche ricadute sulla salute di chi pedala, che assumono anche un aspetto esistenziale perché come scrive il filosofo Ivan Illich nel saggio Elogio della bicicletta: "Si diventa padroni dei propri spostamenti senza impedire quelli dei propri simili".

  • shares
  • Mail