Quando il trekking è culinario: al via il cammino di San Giacomo nel Tirolo Austriaco

Scritto da: -

L’Austria ha un grosso pregio: valorizza al massimo le risorse naturali che il suo territorio offre. Quando qualcosa manca, o è perlopiù standardizzata, come la cucina, il laborioso austriaco si ingegna per importare ciò che manca, di natura e in natura. Così, laddove le eccellenza culinarie normalmente scarseggiano (con qualche dovuta eccezione) si chiamano chef stellati a sopperire alla mancanza. E’ il caso del “Cammino di San Giacomo” ideato e diretto dal decano multistellato Eckart Witzigmann.

Quattro chef per quattro differenti escursioni, dall’8 luglio al 16 settembre nei dintorni di Ischgl, località nota per le numerose attrazioni che organizza, sia d’inverno che d’estate. Uno chef per ogni rifugio. Un piatto speciale per ogni menù. Nel team dei grandi chef del “Cammino culinario di San Giacomo” ci sono Stefano Ciotti (Vicolo Santa Lucia, Rimini, Italia), Franky van der Haeghe (Hostellerie St. Nicolas, Elverdinge, Belgio) Peter Gast (Restaurant ‘t Schulten Hues, Zutphen, Paesi Bassi) e Karlheinz Hauser (Seven Seas im “Süllberg”, Amburgo, Germania). I palcoscenici culinari deputati sono il rifugio Jamtalhütte (Karlheinz Hauser) a Galtür, il rifugio Heidelberger Hütte (Stefano Ciotti) a Ischgl, il rifugio Niederelbehütte (Peter Gast) a Kappl e il rifugio Ascherhütte (Franky Van der Haeghe) a See. Ulteriori informazioni sui cuochi, i tour e i piatti sono disponibili qui.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Outdoorblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.