Atp Rotterdam 2013: oggi il debutto di Federer contro Zemlja alle 19.30, brutta sconfitta per Seppi

 

E' il giorno del debutto per Roger Federer all'Atp 500 di Rotterdam. L'elvetico, detentore del titolo, esordirà questa sera alle 19.30 contro lo sloveno Grega Zemlja, attuale n°64 del ranking Atp. Purtroppo non ci sarà la diretta televisiva. Supertennis seguirà il torneo olandese da domani. Un esordio, comunque, tutto sommato comodo per Roger che, in conferenza stampa, ha dichiarato di essersi riposato (tanto) e allenato (non molto) dopo gli Australian Open facendo la spola tra Svizzera e Dubai, sua residenza invernale.
Tra i due c'è un unico precedente. Risale a un anno fa, all'Atp di Doha. Vinse Federer in due comodi set 6-2; 6-3 e, non mi stupirei, di un risultato simile anche stasera. Chi passa affronterà domani, agli ottavi, l'olandese Thiemo De Bakker che ha eliminato, per ritiro, il russo Youznhy 3-6 7-6(2) 4-1. Qualora si qualificasse stasera, ipotesi molto probabile, Federer conoscerà già il possibile avversario nei quarti di venerdì che uscirà dalla sfida, in programma nel pomeriggio, tra Benneteau e Hanescu.Delude Andreas Seppi che, impegnato contro il qualificato tedesco Bachinger, in un match assolutamente alla portata, stamane, è stato eliminato 6-3; 6-4. Evidentemente il tennista bolzanino, reduce dalla fatiche di Davis e dal ritiro a Zagabria per un'influenza, non è al meglio anche se contro un avversario non certo altisonante si doveva vincere.
Da segnalare le sfide, già valide per il secondo turno, Gasquet-Troicki e Dimitrov-Davydenko. Attenzione al francese, testa di serie n°4 del seeding olandese, che nel 2013 ha già vinto due tornei, Doha e Montpellier.
Ieri intanto, Del Potro, avversario principale di Federer per la vittoria finale, si è imposto tutto sommato facilmente 6-3; 6-4 su Monfils. Per l'argentino, domani, agli ottavi l'insidioso Gulbis. Che talento discontinuo il lettone, che ha avuto accesso al tabellone principale solo dopo aver superato le qualificazioni. La scorsa settimana, nel Challenge di Bergamo, si è fatto eliminare al primo turno dal polacco Przysienzy 6-4; 7-6. Ieri, invece ha rifilato un perentorio 6-2; 6-1 al beniamino di casa Haase. E pensare che è solo il n°131 Atp.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail