Federer e Nadal concordi "I risultati dei test antidoping devono essere pubblici" ma l'Itf frena

L'eco della vicenda Armstrong ancora non si dissolve. Troppo forte la delusione tra gli sportivi per l'inganno orchestrato dal ciclista americano che ha rivelato, solo ora, di essersi dopato durante i 7 Tour de France vinti consecutivamente dal 1999 al 2005.
In seguito al clamoroso outing del mese scorso, Armstrong ha ricevuto molte critiche anche dai big del tennis. Da Djokovic a Nadal, passando per Federer, le dichiarazioni salaci nei confronti del texano non si sono fatte attendere, unite alla richiesta di controlli antidoping più mirati al fine di togliere ogni sospetto su eventuali pratiche illecite adottate anche nel tennis. (Federer - Berdych in diretta)

L'invito a intensificare test e controlli è stato ribadito di nuovo da Federer e Nadal impegnati , questa settimana, a Dubai e Acapulco. Rafa, coinvolto lo scorso anno suo malgrado nella nota vicenda dei video satirici di Canal Plus, è stato perentorio. Per rendere il tennis veramente pulito c'è bisogno che i risultati dei test siano resi pubblici. Ecco le sue parole:

Penso che in questo momento c'è bisogno dello sforzo di tutti per rendere il nostro sport ancor più trasparente. E'necessario che il pubblico sappia chi viene testato e a quali controlli si è sottoposto e a quali no

Federer, da Dubai, si è detto assolutamente d'accordo con l'amico-rivale.

Sono necessari test più aggressivi e sono sempre stato di questa opinione. Non possiamo più aspettare . Il tennis è uno sport pulito e noi tutti dobbiamo contribuire a renderlo ancora migliore.

Il presidente dell'ITF, l'italiano Francesco Ricci Bitti sta apprezzando i tentativi di Nadal e Federer a favore della lotta al doping ma ha tuttavia posto dei paletti sulla questione

Non possiamo rivelare tutto, altrimenti non avremmo più test a sorpresa. Dobbiamo intensificare la collaborazione con le varie agenzie antidoping nazionale e, a fine anno, rendere noto dettagliatamente quanto compiuto nella lotta al doping

Condivido le opinioni di Federer e Nadal. Il doping è sempre in agguato e, per sconfiggerlo, serve anche impegnarsi, a debellarlo in partenza creando le condizioni affinchè possano effettuarsi più controlli a sorpresa sangue-urine con passaporto biologico, lo stesso metodo che ha portato a smascherare tanti casi nel ciclismo.

  • shares
  • Mail