Ciclismo | Parigi-Nizza 2013: Richie Porte ha vinto la quinta tappa ed è la nuova maglia gialla

Richie Porte è la nuova maglia gialla della Parigi-Nizza 2013 quando mancano due tappe alla conclusione. L'australiano della Sky Procycling oggi ha vinto la quinta tappa da Chateauneuf du Pape a la Montagne de Lure (176,0 km) grazie a uno sprint perfetto nell'ultimo chilometro e mezzo e ha distanziato di 26'' il russo Denis Menchov della Katusha e di 33'' Andrew Talanski che oggi gli cede la maglia di leader della corsa che ha indossato per due giorni.

La maglia a pois del miglior scalatore resta sulle spalle di Johann Tshopp della Iam Cycling, seguito da Thierry Hupond della Argos Shimano, quella verde del miglior sprinter, finora indossata da Elia Viviani, passa a Talansky, che supera l'italiano di sei punti. L'americano conserva la maglia bianca del miglior giovane, mentre la miglior squadra da oggi è il Team Katusha con 45'' di vantaggio su Ag2R La Mondiale.

Tutte le tappe e i partecipanti della Parigi-Nizza 2013

Il francese Thierry Hupond oggi ha vinto quattro gran premi della montagna: quello di Col d'Oppedettte, di seconda categoria, al km 85, quello di Cote de St Martin-les-Eaux, al km 123, di terza categoria, quello di Col de la Mort d'Imbert, di terza categoria al km 134.5, mentre sulla prima vetta, Col de Murs, di seconda categoria al km 47, è arrivato per primo Cyril Lemoine, anch'egli francese, della Sojasun.

Paolo Longo Borghini della Cannondale ha vinto entrambi gli sprint di questa tappa: quello di St Saturnin-les-Apt, al km 67, davanti a Jens Voigt (Radioshack Leopard) e Thierry Hupond, e quello di Forcalquier, al km 149, sempre davanti al tedesco e al francese.

Proprio Hupond, Longo Borghini, Voigt e Lemoine sono stati in testa alla gara dal sesto chilometro dalla partenza fino a circa 20 km dall'arrivo. Poi è stato il tedesco Voigt a tentare una fuga in solitaria staccandosi dagli altri tre fuggitivi di circa 200 metri o poco più.
Il gruppo inseguitore negli ultimi 20 chilometri è stato guidato prima dagli uomini della Lampre-Merida, poi da quelli di Sky Procycling.
A 9 km dall'arrivo il ritardo del gruppo inseguitore composto da soli 39 corridori è sceso a 30'.

Davide Malacarne di Europcar è partito all'attacco per primo e Voigt è stato raggiunto. A questo punto ci sono stati gli attacchi di Robert Gesink del team Blanco e di Michele Scarponi (Lampre-Merida) con David Lopez Garcia di Sky a dettare l'andatura del gruppo. Proprio l'italiano ha raggiunto Le Mevel davanti al gruppo di testa che intanto aveva perso Gesink.
A 4 km dall'arrivo Scarponi ha cercato di fuggire da solo, ma è stato prontamente raggiunto da tutti gli altri del gruppo di testa.

Dopo l'attacco di Scarponi, la maglia gialla Talansky ha iniziato a imporre un'andatura più veloce al gruppo, ma Richie Porte di Sky ha cominciato una fuga da solo a tutta birra, in un chilometro e mezzo ha lasciato il gruppo distanziato di mezzo minuto e ha tagliato il traguardo per primo davanti a Menchov, distanziato di 26'' e Talansky, terzo a 33' come il resto del gruppo inseguitore.

Ecco le prime dieci posizioni della quinta tappa della Parigi-Nizza 2013 da Chateauneuf du Pape a la Montagne de Lure:

Ed ecco i primi dieci nella classifica generale dopo cinque tappe:

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail