Il retweet di Alessandro Gentile: "Ma buttare una bomba nel Conclave no?"

Alessandro Gentile, guardia dell'Olimpia Milano, uno dei giovani talenti del basket italiano, figlio d'arte di Ferdinando Gentile e fratello di Stefano, pubblicò su Twitter, poche ore dopo la sconfitta in semifinale con la Mens Sana di un anno fa, un fotomontaggio sarcastico sugli arbitri di quel match. Nell'immagine incriminata si vedevano i volti dei tre arbitri di sabato Facchini, Paternicò e Sabetta "montati" sui corpi di altrettanti giocatori della Montepaschi. Intorno, una serie di scritte "Mvps" che inneggiano a un presunto schieramento della terna dalla parte dei campioni d'Italia. Poche ore fa il cestista nato in provincia di Caserta è incappato in un nuovo tweet discutibile, anzi più precisamente in un retweet..

Può capitare di ascoltare o lasciarsi andare a battute dissacranti sui politici, personaggi dello spettacolo e sulla Chiesa. Cose dette spesso per scherzo, frasi che si sentono tutti i giorni al bar o in autobus. Su Twitter, la piazza del web, il discorso cambia per un personaggio pubblico. La parziale discolpa di Gentile, stavolta, prende forma nella sottile differenza del social network tra tweet e retweet. "Re-twittare", nel gergo del social network dei cinguettii, significa riportare il messaggio di un altro utente, al fine di condividerlo con tutti i propri contatti. "MA BUTTARE UNA BOMBA MENTRE SONO TUTTI IN CONCLAVE NO?", è il testo del messaggio condiviso da Gentile sul suo spazio.

Una frase completata da una serie di "hashtag" eloquenti: #alrogotutti #chiesa #mafiosi #pedofili #fateunfavorealmondo. Lunedì mattina Gentile ha scritto un altro tweet: "Ridicolo.. Ridicolo.. Ridicolo.. Incredibilmente ridicolo". L'anno scorso il giocatore aveva già avuto problemi in rete, tanto da annunciare l'addio a Twitter per "un motivo semplice: c’era gente cui importava di più della loro vita. Mi divertiva, ma si vive anche senza Twitter e Facebook".

Gentile nel pomeriggio ha provato a chiarire la situazione con una serie di tweet. "Ragazzi io non ho espresso nessun parere sulla chiesa.. Quello li è il parere di un altra persona.. Quindi se volete creare polemiche fate - ha scritto il 20enne -. Ma io sinceramente non ho alcun pensiero sulla Chiesa.. Proprio è un argomento che non tocco e non mi esprimo né in positivo né in negativo. Mi sembra ridicolo tutto questo... Ma evidentemente se non c'è nulla da dire sulla pallacanestro ci si attacca a questo... Bah... E tra l'altro vorrei anche aggiungere che andavo a scuola dalle suore... Sia all'asilo che al liceo".

  • shares
  • Mail