Intervista a Marta Menegatti: "Io e Greta Cicolari due lottatrici"

Le ragazze e i ragazzi del beach volley azzurro hanno cominciato la loro preparazione in vista di una stagione molto impegnativa, ricca di appuntamenti importanti tra cui i Mondiali di Stare Jablonki a luglio.
Già nei prossimi giorni cominceranno i primi viaggi per le nostre giocatrici, che hanno in programma uno stage di due settimane a Tenerife. Intanto Outdoorblog.it è riuscito a fare due chiacchiere con Marta Menegatti, che insieme con Greta Cicolari costituisce la coppia più forte del nostro beach volley.

Classe 1990, Marta fa parte del Centro Sportivo Aeronautica Militare dal dicembre 2009 (è arruolata come primo aviere), ha esordito nel circuito professionistico di beach volley nel settembre 2009 al fianco di Greta Cicolari, con la quale, nello stesso anno, si è laureata la più giovane campionessa d'Italia.
L'anno dopo è arrivato il primo podio in una tappa del World Tour, quello di Phuket, in coppia con Valeria Rosso.

Il risultato più importante è stata la vittoria degli Europei di Kristiansand 2011 con la Cicolari e poi, sempre con lei, tanti altri podi nei tornei Open e del Grand Slam e un emozionante quinto posto alle Olimpiadi di Londra 2012.

Ha vinto anche un oro agli Europei Under 20 nel 2009 a Kos, in Grecia, con Deborah Allegretti, nel 2010 un argento ai Mondiali Under 21 ad Alanya, in Turchia, con Viktoria Orsi Toth e un altro argento agli Europei Under 23 di nuovo a Kos con Laura Giombini.

Ecco che cosa Marta ci ha raccontato sulla sua vita dentro e fuori dal campo di beach volley e sul suo rapporto con Greta Cicolari.
Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti

Ciao Marta! Secondo te quali sono i punti di forza della coppia Cicolari-Menegatti? Quale pensi che possa essere il segreto dei vostri successi?

Ma se è un segreto perché dovrei svelartelo??? Scherzi a parte, siamo molto determinate in campo, due lottatrici, non ci stiamo a perdere, mai!

C'è un'immagine bellissima di te e Greta durante le Olimpiadi: nel match dei Quarti di finale contro May-Treanor e Walsh, sul 7-3 per le americane nel secondo set, nel time-out tu cominci a piangere e Greta ti asciuga le lacrime e ti sorride, tu torni in campo e metti a segno un punto bellissimo. Questo può essere un gesto che dice molto sul vostro rapporto? Greta è come una sorella maggiore per te?
L’esperienza delle Olimpiadi mi ha dato tanto, per me non è stato un traguardo ma una tappa fondamentale per la mia crescita sportiva e interiore. Durante l’ultima partita non sono riuscita a trattenere le lacrime, è stato più forte di me: il dispiacere era troppo grande e mi sono lasciata andare. Greta è stata fantastica, l’ho sentita vicina nel profondo, per me ha significato moltissimo.

Che cosa hai imparato dall'esperienza alle Olimpiadi di Londra?
Come ho detto prima l’Olimpiade è stata un’esperienza importantissima per la mia crescita come atleta, ma ancor prima come persona. Partecipare ai Giochi Olimpici è un privilegio e allo stesso tempo una grande responsabilità.

Com'è la tua giornata-tipo durante la stagione agonistica?
Diciamo che se giochi a beach volley è difficile descrivere una “giornata tipo” perché i ritmi di lavoro variano da periodo a periodo: per esempio, quando siamo in Italia, perlopiù durante il periodo di preparazione, ci alleniamo due volte al giorno tutti i giorni fino a sabato, alternando giorni in cui facciamo due allenamenti sulla sabbia e giorni in cui svolgiamo la mattina un lavoro in palestra pesi mentre il pomeriggio ci alleniamo con la palla. Quando siamo all’estero invece, non c’è niente di prestabilito, ci vuole solo una gran capacità di adattamento!

E nel periodo invernale, invece, prima di iniziare la preparazione con le tue compagne di beach volley, cosa fai?
Solitamente abbiamo un mese di vacanza a novembre e personalmente cerco di passarlo con la mia famiglia e il mio ragazzo. Sinceramente non sento il bisogno di prendere ulteriori aerei per andare in vacanza lontano da casa. La mia vacanza è stare con le persone che amo.

Segui i campionati di Serie A1 di pallavolo femminile? Ti piace l'andamento di questa stagione?
Non seguo molto la pallavolo anche se è stato inevitabile prendere atto delle spiacevoli vicissitudini che poco tempo fa hanno colpito il campionato della massima serie, in particolare quello femminile. Ovviamente mi dispiace molto per quello successo, in particolare per la società e le atlete di Modena.

Mi dici tre pregi e tre difetti di Greta Cicolari?
Greta è una persona sincera, schietta (anche troppo a volte!) e determinata in tutto e per tutto a raggiungere ciò che vuole. A volte reagisce in maniera decisamente impulsiva, e non è un bene perché perde di lucidità… in compenso, io sono il contrario in questo senso, ci compensiamo… ci vuole equilibrio, come in tutte le cose.

Questa è la Pagina Facebook ufficiale di Marta Menegatti

Foto © Getty Images

 

Le foto più belle di Marta Menegatti
Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti Le foto più belle di Marta Menegatti

  • shares
  • Mail