Eurolega Top 16, Game 11: Siena stanca, il finale è dell'Olympiacos

Poteva andare come all'andata, ma Siena è rimasta con il pallone in mano e non ha nemmeno tentato il tiro della vittoria. Così l'Olympiacos ha espugnato il PalaEstra, infliggendo ai toscani la quarta sconfitta in fila tra campionato ed Eurolega, ma almeno il 68-67 finale permette alla Montepaschi di salvare il doppio confronto (al Pireo aveva vinto di 2). Potrebbe servire, in un possibile arrivo in volata.

Ancora una volta, la squadra di Banchi ha pagato la stanchezza e le rotazioni ridotte, pur con il rientro di Daniel Hackett (4 punti e 2 assist in 17 minuti), arrivando con il fiatone alla volata finale. I biancoverdi sono andati a +10 nel primo tempo ed erano a +9, quando nel corso del terzo quarto, prima di subire il pesantissimo parziale di 17-3, a cavallo dell'ultimo mini intervallo, con la tripla di Spanoulis per il sorpasso e quella di Papanikolau, molto fortunosa, per l'allungo.

I greci sono arrivati anche a +7 (61-68) a meno di due minuti dalla fine, con un gioco da tre punti del solito Spanoulis, ma i campioni d'Italia hanno trovato la forza di rientrare con le triple di Janning e Moss per il -1. Una grande difesa e Law fallisce un tiro difficile, lasciando a Siena il pallone in mano per trovare il canestro del sorpasso. Clamorosamente, però, non arrivava nemmeno il tiro e la festa è greca.

E' un ko pesante, perché ora la situazione nel girone è diventata davvero più intricata. La Montepaschi è ancora seconda, appaiata proprio dall'Olympiacos, ma i successi di Caja Laboral e Maccabi avvicinano queste due squadre ad una sola partita di distanza. Dunque, negli ultimi tre turni, ci saranno cinque squadre per tre posti nei quarti ed il calendario toscano è duro: trasferte a Istanbul (con il Besiktas) ed a Vitoria, gara in casa con il Barcellona. Ci sarà da soffrire.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail