NBA: San Antonio stende Dallas, New York decimata e ko

Mentre l'uomo copertina è sempre Kobe Bryant, tra le polemiche e l'attesa di aggiornamenti sul suo infortunio, nella notte si sono giocate solo due partite. I San Antonio Spurs hanno vinto in volata contro Dallas e, per la prima volta da 15 anni, hanno chiuso sul 4-0 la serie di sfide con i Mavericks. Questa è stata quella più combattuta della stagione ed è stata risolta solamente sulla sirena, quando Vince Carter ha fallito la tripla della vittoria.

Il derby texano ha avuto un solo dominatore: Tim Duncan. Aspettando il rientro dall'infortunio di Tony Parker, il centro caraibico si è preso la squadra sulle spalle ed ha chiuso con 28 punti (12/20 dal campo) e 19 rimbalzi, realizzando sette degli ultimi dieci punti della sua formazione. Buon contributo anche dall'ex trevigiano Gary Neal (16 punti), mentre agli ospiti non sono bastati i 21 punti e 11 rimbalzi di Dirk Nowitzki.

Tra le squadre più colpite dagli infortuni, al momento, ci sono i New York Knicks. Fuori per vari problemi fisici Anthony, Stoudamire e Chandler, la squadra della Grande Mela è stata travolta a Portland, riuscendo a reggere solamente un tempo contro i Trail Blazers. D'altra parte, difficile pensare ad un rendimento diverso, quando i tre migliori giocatori non ci sono, nonostante i 33 punti di JR Smith.

E' il terzo stop di fila per i newyorkesi, mentre i padroni di casa ottengono un successo di prestigio, anche se sembrano ormai tagliati fuori dalla corsa per i playoff. Tutto il quintetto è andato in doppia cifra e tre giocatori hanno chiuso con una doppia doppia: Damian Lillard con 26 punti e 10 assist è stato il migliore, ma hanno disputato un grande match anche Aldridge (22 punti e 10 rimbalzi) e Hickson (12 punti e 16 rimbalzi).

I risultati della scorsa notte (14 marzo 2013):

San Antonio Spurs-Dallas Mavericks 92-91
Portland Trail Blazers-New York Knicks 105-90

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail