Atp Indian Wells 2013: Toni Nadal "Non so se Rafa sarà al Masters di Miami"

E' un Toni Nadal entusiasta quello che commenta le prestazioni del nipote Rafa all'indomani della vittoria con Federer nei quarti di finale del Masters di Indian Wells. Non potrebbe essere altrimenti. Dal rientro a febbraio, dopo 7 mesi di inattività a causa della lesione a un tendine di un ginocchio, Nadal ha inanellato tre finali e due vittorie Atp a San Paolo e Acapulco. I progressi nel gioco e nella tenuta atletica sono evidenti tant'è che Rafa stesso insieme al suo staff, dopo qualche titubanza, hanno sciolto le riserve e deciso di gareggiare anche in California dove è arrivata, con merito, la semifinale in programma stasera con Berdych. Toni, intervenuto a un programma radiofonico spagnolo, ha così commentato il successo, tutto sommato agevole con Federer Questa vittoria ha un enorme valore dopo sette mesi lontani dalle competizioni. Quando torni sul circuito e batti facilmente in un Master Federer è importante anche perchè Roger è uno dei migliori sul veloce

E' un Toni Nadal entusiasta quello che commenta le prestazioni del nipote Rafa all'indomani della vittoria con Federer nei quarti di finale del Masters di Indian Wells. Non potrebbe essere altrimenti. Dal rientro a febbraio, dopo 7 mesi di inattività a causa della lesione a un tendine di un ginocchio, Nadal ha inanellato tre finali e due vittorie Atp a San Paolo e Acapulco. I progressi nel gioco e nella tenuta atletica sono evidenti tant'è che Rafa stesso insieme al suo staff, dopo qualche titubanza, hanno sciolto le riserve e deciso di gareggiare anche in California dove è arrivata, con merito, la semifinale in programma stasera con Berdych.
Toni, intervenuto a un programma radiofonico spagnolo, ha così commentato il successo, tutto sommato agevole con Federer

Questa vittoria - si legge su tennisworld -  ha un enorme valore dopo sette mesi lontani dalle competizioni. Quando torni sul circuito e batti facilmente in un Master Federer è importante anche perchè Roger è uno dei migliori sul veloce

Anche per Toni, da sempre al fianco del nipote in ogni torneo, sono stati mesi difficili. Vedere Rafa faticare in palestra tra pesi e sedute di fisioterapia per rinforzare il tendine  non deve essere stato uno spettacolo gradevole per lui abituato a frequentare campi e tribune. Per questo, ogni piccolo passo avanti di Rafa è una gioia, anche se, forse, dopo un mese e mezzo a tutta è arrivato il momento di fermarsi un pò per poi ripresentarsi al meglio in vista della primavera europea sull'amata terra rossa di Montecarlo, Barcellona, Madrid, Roma e Parigi.
Ecco perchè la prossima settimana, Nadal (come Federer), potrebbe saltare il Masters di Miami, nel quale l'anno scorso si ritirò prima di disputare la semifinale con Murray a causa di un primo risentimento allo stesso ginocchio che poi l'avrebbe fatto penare

Ogni singola vittoria è importante. E' stato comunque più il successo con Ferrer a Acapulco a incoraggiarci. Rafa vuole giocare anche Miami. Ha tanta voglia di competere però allo stesso tempo sa che sta per arrivare una stagione sulla terra molto dura e che non è una scelta affatto saggia giocare un altro Masters sul veloce

Vedremo quale sarà la decisione finale. Tra domenica e lunedì ne sapremo di più.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail