Atp Miami 2013: i risultati degli ottavi, passano Murray, Berdych e Ferrer, fuori Tsonga

Incredile l'eliminazione di Novak Djokovic al Masters di Miami. Il serbo è stato sconfitto negli ottavi da Tommy Haas. Passano Murray, Berdych e Ferrer. Fuori anche Tsonga

Atp Miami: i risultati degli ottavi


Ferrer b. Nishikori 6-4; 6-2
Haas b. Djokovic 6-2; 6-4 (qui la cronaca del match)
Murray b. Seppi 6-2; 6-4  (qui il live)
Melzer b. Ramos 2-6; 6-3; 6-3
Berdych b. Querrey 6-1; 6-1
Cilic b. Tsonga 7-5; 7-6
Simon b. Tisparevic 5-7; 6-2; 6-2
Gasquet b. Tsonga 6-7; 7-5; 7-6

Questi gli accoppiamenti nei quarti: Haas-Simon; Berdych-Gasquet; Cilic-Murray; Melzer-Ferrer

Incredibile l'eliminazione di Novak Djokovic ad opera di Tommy Haas. Nelle altre sfide, unica sorpresa la sconfitta di Tsonga che cede in due set a un ritrovato Cilic. Murray si limita al compitino con Seppi.

Grande giornata di tennis al Masters di Miami. Si disputano oggi tutti gli ottavi di finale del torneo maschile. Nonostante le note illustri assenze (Federer, Nadal e l'eliminato Del Potro) non mancano sfide interessanti da seguire con attenzione. Il clou di giornata, almeno per noi, è il match che opporrà sul Centrale, intorno alle 20 italiane, Andreas Seppi a Andy Murray ( qui la diretta live su Outdoor)

Per questo voglio soffermarmi maggiormente su una breve presentazione degli altri match (i risultati in basso). Aprono il programma odierno, alle 16, Ferrer-Nishikori, un confronto fra due tennisti che fanno dell'atleticità la loro dote migliore. Fu proprio contro Ferrer che il nipponico si fece notare per la prima volta al grande pubblico, battendolo in cinque set nello Us Open 2008. Ferru, rinfrancato dalla vittoria con Fognini, parte favorito. Chi passa si ritrova in un quarto di finale piuttosto comodo contro il vincitore di Melzer-Albert Ramos, impegnati nella prima partita sul Grandstand sempre alle 16.

In serata, sempre sul Centrale, dopo Murray-Seppi tocca a Tsonga-Cilic, inseriti nello stesso quarto di Andy e Andreas. Finora è stato un cammino convincente quello di Tsonga (7-6;6-3 a Troicki; 6-3; 6-3 a Nieminen). Bene anche Cilic che ha eliminato, ieri sera, Isner 6-2; 7-6. Il francese non si è mai qualificato tra i primi otto nel Masters di Miami. Stasera ha l'occasione giusta per sfatare questo piccolo tabù.

Sul Grandstand, il programma pomeridiano prevede, nell'ordine, Almagro-Gasquet e Berdych-Querrey. Aperta a ogni risultato la prima partita, meno incerta la seconda anche se Berdych è reduce dalla faticaccia con Falla (2-6; 7-6; 6-4) e Querrey ha usufruito di un turno di riposo in quanto Raonic si è ritirato ieri a causa di un attacco febbrile.
A seguire, sempre sullo stesso campo, Tipsarevic-Simon si giocano il possibile quarto con Djokovic.

Nole disputerà il suo ottavo, nella nottata italiana, contro il sempiterno Tommy Haas, il più anziano tra i top 50, visto che il prossimo 2 aprile compirà 35 anni. Finora è stato un torneo in surplace per Djokovic che non ha nemmeno sudato nei facili successi contro Rosol e Devvarman. Haas ha eliminato Dolgopolov nei sedicesimi e, di certo, rispetto ai precedenti avversari, può impensierire maggiormente il numero uno al mondo che, negli ultimi due anni, a Miami, ha inanellato una serie di 14 vittorie consecutive.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail