Pallavolo & Scherma | Elisa Di Francisca va a tifare Lube Macerata il giorno di Pasqua

Per Gara 3 contro l'Andreoli Latina, la Cucine Lube Banca Marche Macerata avrà una tifosa d'eccezione al PalaFontescodella domenica 31 marzo.

Quella di domenica prossima è una partita molto speciale per la Cucine Lube Banca Marche Macerata, non solo perché è Pasqua, ma perché è la partita numero 800 dei biancorossi in Serie A e per l'occasione al PalaFontescodella è stata invitata una tifosa speciale, Elisa Di Francisca, vincitrice dell'oro nel fioretto individuale e a squadre alle Olimpiadi di Londra 2012.

La società marchigiana ha preparato una maglia da gioco ufficiale personalizzata per Elisa Di Francisca con il numero 1.
La schermitrice di Jesi è la testimonial ufficiale di Banca Marche e ha già incontrato la squadra biancorossa il 3 ottobre 2012 per il Banca Marche Day.

Domenica i campioni d'Italia tornano in campo contro l'Andreoli Latina, la squadra che sta complicando non poco l'accesso alle semifinali dei PlayOff Scudetto della Linkem Cup (come è denominata la Serie A1 da qualche giorno con l'arrivo del nuovo sponsor).
Per ora, infatti, le due squadre sono sull'1-1 nella sfida dei Quarti di Finale: Macerata ha vinto "a tavolino" Gara 1 perché meglio classificata alla fine della Regular Season (seconda dietro l'Itas Diatec Trentino), mentre l'Andreoli Latina, arrivata settima, dopo aver superato l'Altotevere San Giustino negli Ottavi, ha vinto Gara 2 in casa contro la Lube.

Quella tra Macerata e Latina è l'unica sfida dei Quarti sull'1-1. Negli altri tre match, infatti, le squadre più forti, cioè quelle che hanno terminato il girone di ritorno con una migliore posizione in classifica e che sono partite dall'1-0, hanno vinto anche Gara 2 e sono già sul 2-0, con la possibilità di qualificarsi alle semifinali già con Gara 3. Parliamo dell'Itas Diatec Trentino, che è in vantaggio sulla Tonno Callipo Vibo Valentia, della Bre Banca Lannutti Cuneo contro Casa Modena e della Copra Elior Piacenza contro la Sir Safety Perugia.

Ma tornando a Macerata, quello di domenica è un traguardo importante per la società nata nel 1990 e partita dalla Serie C, passata in A2 nella stagione 1993/1994 e poi approdata in A1 nel 1995/1996 per non scendere mai più di categoria, accumulando 446 partite in Regular Season, 300 vittorie e 146 sconfitte, altre 98 gare nei PlayOff con 47 vittorie e 51 sconfitte. A tutte queste gara vanno aggiunte quelle di Coppa Italia (32 vinte e 18 perse), quelle di Sucpercoppa (3 vinte e 3 perse) e quelle di A2 per un totale di 800 con Gara 3 contro Latina nel giorno di Pasqua.

Dopo la deludente prestazione al PalaBianchini di mercoledì scorso, i biancorossi sono pronti al riscatto. Dragan Stankovic ha detto:

"Purtroppo mercoledì sera a Latina abbiamo giocato quella che è stata probabilmente la nostra più brutta partita e il rammarico maggiore sta nel fatto che sia arrivata proprio in un momento così importante della stagione. Nell'economia del risultato finale ha pesato molto l'aver perso il secondo set dopo essere stati in vantaggio e aver ancor prima vinto bene il primo, portandoci dunque sull'1-0. Dove abbiamo sbagliato? Si è trattato di una questione mentale, credo che il problema sia stato nell'aver pensato troppo a quello che avrebbero fatto i nostri avversari, invece di concentrarci su noi stessi. Ed è proprio quest'ultima cosa che dovremo fare domenica prossima, in Gara 3, come anche nelle successive partite. È la chiave decisiva del nostro futuro, l'unica, perché siamo una squadra forte, probabilmente la più forte in Italia, e giocando da ora in poi sempre al massimo vinceremo questa serie. Sono sicuro che prestazioni come quella dell'altra sera non si ripeteranno più. Io credo fermamente in questa Cucine Lube Banca Marche".

Foto © Legavolley.it e Getty Images

  • shares
  • Mail