Arrampicando d'estate e non solo

Scritto da: -

Se per caso vi trovate a dover lavorare durante agosto, se per caso trascorre il fine settimana in città o al mare vi stressa più di ogni altra cosa, allora dovete fare una salto a Frosolone. Per gli arrampicatori questo luogo risveglia l’istinto della corda e del monodito nascosto, ma oltre alle pareti di arrampicata, a Colle dell’Orso potrete ammirare gli altipiani erbosi con mandrie di vacche e cavalli, in questo periodo quasi tutte accompagnate da vitellini puledri anche di pochi giorni. Se imboccate una delle tante carrareccie che si inerpicano sulle colline vi potrete imbattere in fontanili letteralmente invasi da 400 o 500 capi di bestiame. Sembrano scene da film, ma la realtà a volte sorprende più della fantasia. Al calar del sole vedrete occhi luminosi attraversarvi la strada: piccole volpi rosse pullulano nelle aree boschive.

Questo luogo è ideale per un fine settimana all’insegna della natura, di una bella passeggiata o di un po’ di arrampicata. Ma non bisogna dimenticare che, nonostante ci troviamo ormai nel sud Italia, dove la tranquillità e la pace sono uno degli elementi caratteristici dei paesi montani, gli indigeni sono anche degli ottimi ospiti e per questo organizzano eventi per attirare i più curiosi.

Già gustoblog ci aveva annunciato della treccia da guinness, ma per tutto il mese di agosto in questo paese molisano non mancheranno giorni di festa. Il prossimo sabato (4 agosto ‘07) per gli appassionati della falconeria si terrà una manifestazione del tutto inusuale per quel territorio: direi quasi un ritorno al medioevo tra Arcieri&Falconieri.

La manifestazione si terrà di fronte al ristorante la Tana dell’Orso, quindi non vi spaventate se vedrete un omone veramente grande, un po’ cluadicante, che vi ricorda la famiglia Addams; si tratta semplicemente del gestore del ristorante. Inoltre l’orario di svolgimento della dimostrazione è perfetto, visto che iniziando alle 15.00, avrete avuto modo di arrampicare al fresco del mattino, potrete riposare le dita nelle ore più calde e riprendere la corda fino alle 20.00 quando un venticello che smuove le enormi pale eoliche vi consentirà di effettuare la prestazione. Buon fine settimana e ci vediamo là con chi vorrà.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Outdoorblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.