Djokovic in lacrime: "L'infortunio è serio, spero di esserci a Montecarlo", il video dell'intervista

Ha rischiato e potrebbe pagare a caro prezzo il sacrificio fatto per la sua Serbia. Ieri sera, nelle battute iniziali del match di singolare di Coppa Davis contro l'americano Sam Querrey, poi vinto in quattro set, Novak Djokovic ha subito una brutta distorsione alla caviglia destra.

Bruttissime le immagini dell'infortunio trasmesse ripetutamente dalla televisione americana. L'articolazione ha subito una torsione innaturale accentuata ulteriormente dal cemento. Djokovic si è sdraiato a terra con le mani in volto. Soccorso dai medici, ha deciso di proseguire la partita sopportando un dolore intensissimo. Ce l'ha fatta Nole a trascinare i suoi in semifinale ma il guaio alla caviglia potrebbe essere serio. L'ha confessato lo stesso tennista in un'intervista alla tv serba Rts. Djokovic è sembrato molto preoccupato e non è riuscito a trattenere le lacrime. In patria, il suo sacrificio è stato esaltato ma incombono i Masters europei su terra battuta (Montecarlo, Madrid e Roma) e un eventuale stop sarebbe alquanto deleterio.

Di norma, la distorsione alla caviglia non richiede un periodo di riposo prolungato ma lunedi prossimo si gioca a Montecarlo e la presenza di Djokovic è in dubbio.
Ecco le sue dichiarazioni riprese da Tennisworlditalia

Giocare per la Serbia è sempre un grande onore e un piacere. L'infortunio sembra essere più grave rispetto a quello che mi aspettavo. La caviglia si è parecchio gonfiata e non è un buon segno, farò tutto il possibile per recuperare per Montecarlo.

Djokovic rientrerà oggi proprio a Montecarlo, sua residenza abituale e si sottoporrà ad accertamenti medici per stabilire l'entità del danno. La sua presenza al Masters del Principato è in forte dubbio.

Clicca qui per vedere l'intervista in lacrime di Nole

  • shares
  • Mail