Giro d'Italia 2013: il trionfo di Vincenzo Nibali tappa per tappa

Lo Squalo dello Stretto ha conquistato la Maglia Rosa nell'ottava tappa e non l'ha più lasciata.

A guardalo così mite ed educato non si capisce perché lo chiamano lo Squalo dello Stretto, ma osservandolo quando è sulla sua bici subito diventa tutto chiaro. Vincenzo Nibali sa difendere, ma è quando attacca sulle salite o in discesa che diventa irraggiungibile.

È lui la Maglia Rosa del Giro d'Italia 2013, il trionfatore assoluto della 96esima edizione della corsa rosa, quella che tutti i ciclisti, soprattutto italiani, sognano fin da bambini. È lui che ha unito tutta la penisola: il siciliano che trionfa sulla neve nella cronoscalata e sulle storiche Tre Cime di Lavaredo.

Ripercorriamo, tappa dopo tappa, il cammino da Napoli a Brescia del vincitore del Giro d'Italia.

Prima tappa (Napoli, 4 maggio) - Una frazione per velocisti e infatti è il più forte di tutti gli sprinter a vincerla e a indossare per primo la Maglia Rosa: si tratta di Mark Cavendish, l'altro protagonista di questo Giro con ben cinque vittorie di tappa. L'arrivo è in gruppo, tutti con lo stesso tempo eccetto una ventina di corridori che tagliano il traguardo qualche secondo dopo. Nibali si ritrova al 28° posto, ma è lì con tutti gli altri.

Seconda tappa (Ischia, 5 maggio) - La cronosquadre, come tutti si aspettavano, se la aggiudica il Team Sky di Bradley Wiggins, il più atteso alla vigilia del Giro che lascia arrivare prima un compagno italiano perché vuole che la Maglia Rosa sia sulle spalle di un azzurro. In realtà c'è un errore di calcolo, non è Dario Cataldo il primo uomo in nero in classifica generale come il baronetto pensava, ma Salvatore Puccio che a sorpresa indossa il mitico simbolo del leader della corsa rosa ed è comunque un italiano.
L'Astana di Vincenzo Nibali è terza a 14" da Sky e a 9" dalla Movistar.

Terza tappa (Sorrento-Marina di Ascea, 6 maggio) - È il giorno di Luca Paolini, il 36enne capitano del team russo Katusha, che conquista la tappa e veste la Maglia Rosa per la prima volta in carriera (è il suo primo Giro). La indosserà per tre giorni, intanto Nibali arriva 17esimo, ma entra nella top ten della classifica generale al quinto posto.

Quarta tappa (Policastro Bussentino - Serra San Bruno, 7 maggio) - La frazione se la aggiudica un altro italiano, Enrico Battaglin della Bardiani Valvole - CSF Inox, ma Luca Paolini resta in rosa e Nibali, arrivato 13° al traguardo, scala un'altra posizione nella classifica generale ed è quarto.

Quinta tappa (Cosenza - Matera, 8 maggio) - Vince la tappa John Degenkolb del team Argos - Shimano, ma Paolini conserva ancora la Maglia Rosa, Nibali è 21° all'arrivo, ma sempre quarto in classifica generale davanti al campione uscente Ryder Hesjedal e a Sir Bradley Wiggins. Già si capisce che tra i big è lui il più in forma.

Sesta tappa (Mola di Bari - Margherita di Savoia, 9 maggio) - Il secondo trionfo di Mark Cavendish in una frazione caratterizzata dalle cadute. Wiggins ha un problema meccanico, è il primo di una lunga serie. Nibali arriva 37°, ma in classifica generale, sempre guidata da Paolini, è ancora quarto.

Settima tappa (Marina San Salvo - Pescara, 10 maggio) - Tappa bagnatissima vinta da Adam Hansen della Lotto Belisol, in tanti scivolano, anche Nibali, ma recupera subito, Wiggins invece è psicologicamente più fragile e si manifesta per la prima volta la sua paura in discesa su asfalto bagnato. Lo Squalo arriva 23° ma in classifica generale sale al secondo posto a soli cinque secondi dal primo che è Beñat Intxausti Elorriaga della Movistar.

Ottava tappa (Gabicce Mare - Saltara, 11 maggio) - La crono individuale che avrebbe dovuto regalare la Maglia Rosa a Bradley Wiggins la consegna invece a Vincenzo Nibali, che arriva quarto a soli 21" dal vincitore Alex Dowsett della Movistar. Lo Squalo diventa leader della classifica generale, indossa la Maglia Rosa per non lasciarla mai più.

Nona tappa (Sansepolcro - Firenze, 12 maggio) - Nei luoghi che ospiteranno il Mondiale a settembre, Maxim Belkov vince la frazione, Nibali arriva decimo, ovviamente è sempre primo in classifica quando due dei rivali più temibili, Ryder Hesjedal e Bradely Wiggins sono in crisi.

Decima tappa (Cordenons - Altopiano del Montasio, 14 maggio) - Vince Rigoberto Uran Uran, colui che a breve diventerà il capitano della Sky per poi arrivare secondo alla fine del Giro. Nibali è terzo sul traguardo e incrementa il vantaggio sui suoi inseguitori in classifica generale, soprattuto su Cadel Evans e Wiggins.

Undicesima tappa (Tarvisio - Vajont, 15 maggio) - La frazione dedicata alle vittime del disastro del Vajont vede il trionfo di Ramunas Navardauskas della Garmin Sharp, Nibali arriva 32°, ma è sempre saldamente al comando della classifica generale.

Dodicesima tappa (Longarone - Treviso, 16 maggio) - Il terzo capolavoro di Mark Cavendish è accompagnato dal 39° posto di Nibali che è comunque nel gruppo di testa e che è sempre in Maglia Rosa, mentre il raffreddore e in alcuni casi la febbre colpiscono molti corridori.

Tredicesima tappa (Busseto - Cherasco, 17 maggio) - Un venerdì 17 in cui si corre la tappa numero 13 non è il massimo per chi crede nella scaramanzia. Non sappiamo se Ryder Hesjedal e Bradley Wiggins ci credono, ma la giornata inizia proprio con il loro ritiro: i due attesi protagonisti non partono da Busseto, ma tornano a casa. Il canadese ormai ha perso troppo terreno, l'inglese ha problemi ai bronchi, ormai non ce la fa più e vede Nibali sempre più lontano. La tappa la vince ancora una volta Mark Cavendish, mentre Nibali è 50° allo sprint finale, ma con lo stesso tempo di tutti e dunque è sempre saldamente al comando del Giro.

Quattordicesima tappa (Cervere - Bardonecchia, 18 maggio) - Il freddo non ferma i ciclisti, anche se li fa affaticare tantissimo. La frazione se la aggiudica Mauro Santambrogio della Vini Fantini, Nibali è secondo e rinuncia alla volata, ha già la Maglia Rosa, lascia la tappa al connazionale.

Quindicesima tappa (Cesana Torinese - Col du Galibier, 19 maggio) - Una delle tappe più emozionanti, dedicata a Marco Pantani che sul Galibier al Tour de France ha scritto pagine importanti della storia del ciclismo. Vince un corridore che è nato lo stesso giorno di Pantani, che ha superato un brutto periodo e che fa emozionare tutti: si tratta di Giovanni Visconti della Movistar. Nibali è settimo al traguardo, ma sempre tranquillamente in rosa.

Sedicesima tappa (Valloire - Ivrea, 21 maggio) - Dopo la seconda pausa arriva la vittoria di tappa di Beñat Intxausti Elorriaga, un altro uomo della Movistar. Nibali è 12°, ma si mantiene sempre a oltre un minuto di vantaggio dal secondo che è Cadel Evans.

Diciassettesima tappa (Caravaggio - Vincenza, 22 maggio) - Una tappa all'insegna dell'arte e dei bei paesaggi, e arriva una conferma importante, quella di Giovanni Visconti che a distanza di pochi giorni vince di nuovo. Nibali è 19° al traguardo.

Diciottesima tappa (Mori - Polsa, 23 maggio) - Ecco finalmente che per il dominatore del Giro arriva anche la vittoria di tappa: Vincenzo Nibali si aggiudica la cronoscalata con 58" di vantaggio sul secondo, Samuele Sanchez, e aumenta incredibilmente il distacco da Cadel Evans, sempre secondo ma a 4' 02" e con Rigoberto Uran Uran pronto ad acciuffarlo.

Diciannovesima tappa ( Ponte di Legno - Val Martello, 24 maggio) - Giornata nerissima per il ciclismo: la tappa viene prima modificata eliminando i passaggi sul Gavia e sullo Stelvio (che sarebbe stato la Cima Coppi di questo Giro) e poi la mattina viene definitivamente annullata perché il meteo non consente di pedalare. I ciclisti accettano la decisione degli organizzatori anche perché erano i primi a non sentirsi in gradi di affrontare delle condizioni così proibive. Ma è anche il giorno in cui viene scoperta la positività all'Epo di Danilo Di Luca. Il controllo a sorpresa era stato fatto ben prima del Giro e nessuno capisce il suo gesto.

Ventesima tappa (Silandro - Tre Cime di Lavaredo, 25 maggio) - Un'altra giornata meravigliosa per Vincenzo Nibali che fa il bis nelle vittorie di tappa arrivando da solo su quella che, dopo l'annullamento della frazione precedente, diventa la Cima Coppi. Le mitiche Tre Cime di Lavaredo consacrano la vittoria dello Squalo dello Stretto che trionfa sotto la neve e si prepara ad alzare il trofeo il giorno dopo. Per un giorno Nibali è primo anche nella classifica a punti, intanto nella generale Uran Uran compie il sorpasso ai danni di Cadel Evans.

Ventunesima tappa (Riese Pio X - Brescia, 26 maggio) - Mark Cavendish mette il suo quinto sigillo a questo Giro d'Italia e soprattutto riconquista quella Maglia Rossa a cui tanto teneva. Nibali è 45°, ma la festa è tutta per lui che sale sul gradino più alto con il Trofeo Senza Fine in mano e addosso quella Maglia Rosa che ormai ha tatuata sulla pelle. I suoi genitori, la moglie Rachele, i tifosi sono pronti a osannarlo, ma gli applausi sono anche per tutto il team Astana che ha aiutato il suo capitano a vivere il momento più bello della sua carriera.

Giro d'Italia 2013: le foto più belle di Vincenzo Nibali in Maglia Rosa


Giro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia Rosa
Giro d'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia RosaGiro d\\\'Italia 2013: Vincenzo Nibali in Maglia Rosa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail