Roland Garros 2013: l'ucraino Stakhovsky si improvvisa fotografo in campo, il video

Curioso siparietto al Roland Garros. Protagonista il tennista ucraino Sergiy Stakhovsky durante il match di primo turno perso nettamente ieri sul Suzanne Lenglen con Richard Gasquet vittorioso in tre set 6-1; 6-4; 6-3.

Ecco cosa è accaduto. Durante il secondo game della partita, Stakhovsky serviva sotto 1-0; 0-40 con tre opportunità di break concesse all'avversario. Nel corso dello scambio decisivo, l'ucraino ha cercato il vincente con un dritto a fil di riga chiamato Out dal giudice di linea. Stakhovsky ha chiesto l'intervento dell'arbitro Carlos Ramos per verificare il segno incriminato. Ne è seguito un conciliabolo con qualche fischio proveniente dalle tribune. Ramos ha confermato la decisione e assegnato il game a Gasquet. La decisione ha infastidito Stakhovsky che, al successivo cambio di campo, ha pensato bene, tra l'ilarità del pubblico, di tirar fuori lo smartphone dal borsone e andare a fotografare il segno lasciato dal suo dritto.

Il gesto gli costerà una multa ma l'ucraino è convinto di evitarla grazie alla prova fotografica custodita nel suo telefonino.

Mi aspetto una sanzione, quindi avrò la prova fotografica per far valere le mie ragioni. E' stata una brutta chiamata, eppure sulla terra rossa non dovrebbe essere difficile valutare il segno di una palla. Purtroppo, non tutti gli arbitri sono capaci di farlo. Cercherò di farmi valere, ma non so se funzionerà

Certamente Stakhovsky si è comportato meglio del collega Troicki che nel match di secondo turno della scorsa edizione degli Internazionali ha perso letteralmente la testa per protestare contro un'errata chiamata in suo sfavore. E pensare che con l'Hawk-Eye non sarebbe successo nulla...

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail