Running - Libri per correre

lo zen e l'arte della corsaCosa c'entra la corsa con lo Zen?
C'entra, c'entra!

Lo so da quando ho letto "Lo zen e l'arte della corsa", scritto nel 2001 da Luca Speciani, classe 1962, atleta di buon livello negli anni '80 sulle distanze di 5.000 e 10.000 metri, maratoneta con un tempo di 2h36', laureato in scienze agrarie ed esperto di omeopatia, medicina alternativa, alimentazione naturale e agricoltura biologica.

Lo zen è un modo di rapportarsi all'esperienza, e il suo obiettivo è, come per tutte le filosofie di stampo buddista un più alto livello di coscienza. L'autore di "Lo zen e l'arte della corsa" si racconta e pone domande provocatorie e stimolanti che portano chi legge a voler pian piano rapportarsi alla corsa in modo nuovo, più intuitivo e naturale, cercando di fare silenzio interiore, concentrandosi sulla respirazione e imparando a sentire il proprio corpo.

Il libro è stato pubblicato dall'Editoriale Sport Italia che poi è lo stesso editore della mitica rivista Correre, con cui l'autore collabora ormai da anni; sono suoi gli articoli della rubrica "mente e corpo" in cui suggerisce sempre approcci all'allenamento e all'alimentazione un po' fuori dell'ordinario.

Luca speciani ha un sito, dove possiamo leggere l'indice del libro, mentre qui troviamo anche alcuni capitoli per decidere se è una lettura che fa al caso nostro.

  • shares
  • Mail