Camminare sulla neve: il Nordic Walking


Inverno tempo di neve e di montagna. Il Nordic Walking si pone come alternativa alle classiche passeggiate su sentieri battuti o allo sci di fondo.

Il Nordic Walking si pratica sulle piste di sci da fondo attrezzate per la tecnica skating (laddove non sia espressamente vietato il transito pedonale) o su appositi percorsi, possibilmente ondulati, di neve battuta. Esistono anche versioni estive di questo sport, praticato nella circostanza su manti erbosi o terra battuta.
Come attrezzatura occorrono bastoncini telescopici e scarpe da trekking invernale. Per il resto va benissimo un abbigliamento a strati, piuttosto aderente, molto simile a quello che si accompagna allo sci di fondo.

Si tratta di un'energica camminata, che si effettua alternando il movimento di gambe e braccia. Appositi bastoncini aiutano nella faticosa andatura, essendo muniti di passanti necessari all'azione delle braccia. E' uno sport assai consigliato, anche se ancora poco sviluppato, perchè consente il coinvolgimento dell'80% dei muscoli corporei e permette un consumo calorico medio superiore del 20% al più conosciuto jogging. Metteteci poi che è stato valutato come un'ottima attività sportiva antistress, ed il più è fatto.

Non occorrono lezioni, si può imparare anche iniziando a camminare da soli. All'inizio l'andatura si rivelerà un pochino goffa e impacciata, ma pian piano si assumeranno ritmo e stile corretti. La vicinanza di un maestro o di un esperto è comunque consigliata per accelerare i tempi di apprendimento e per evitare di assumere posture sbagliate.

In Italia è presente l’Associazione Nordic Fitness Italiana (ANI) che costituisce la piattaforma per federazioni e società sportive nel campo dell’attività motoria del Nordic Walking. Sul sito dell'associazione trovate numerosi spunti utili ed informazioni per imparare qualcosa di più su questa attività.

Via | Leonardo

  • shares
  • Mail