Wimbledon 2013: ottavi, Murray e Djokovic non sbagliano, Seppi eliminato da Del Potro, passano Ferrer, Berdych e Janowicz, i risultati di lunedi 1 luglio


Wimbledon 2013: i risultati degli ottavi di finale


Alle 21.45 ora italiana esultano all'unisono Novak Djokovic e Thomas Berdych. Vittoria in tre, tutto sommato più facile del previsto, di Nole contro Haas. Solida la prestazione del serbo che dopo aver conquistato il primo set 6-1, si è concesso due passaggi a vuoto prontamente recuperati. Nella seconda frazione, con quattro game consecutivi ha ribaltato uno svantaggio di 4-2 mentre nel terzo, al momento di servire per il match sul 5-3, si è fatto breakkare. Bella la rimonta di Haas ma nulla da fare nel tie break nel quale ha prevalso il numero uno del mondo 7-3. Più faticosa la vittoria, in quattro, di Berdych contro un buon Tomic. Dopo i primi due set assegnati con un tie break per parte, al ceco sono bastati due break per il doppio 6-4. Mercoledì Nole e Thomas si giocheranno la qualificazione in semifinale

Si qualifica agevolmente Andy Murray che prevale in tre anche su Youznhy nella bolgia del Centrale. Qualche rimpianto per il russo nel secondo set nel quale si è ritrovato sul 5-3 e servizio prima di farsi rimontare e perdere il tie break. La partita è finita lì con Murray che ha chiuso la pratica con un netto 6-1 nel set finale. Prossimo ostacolo per lo scozzese Fernando Verdasco cui bastano tre break, uno per set, per annullare il servizio di De Scheeper e qualificarsi con un triplo 6-4.

Ecatombe azzurra a Wimbledon. Dopo le eliminazioni di Pennetta, Vinci e Knapp, sconfitto anche Andreas Seppi in tre set contro Del Potro. Nessun problema per l'argentino, la cui presenza è stata in dubbio per tutta la mattinata a causa dell'infortunio subito sabato contro Zemlja. Nonostante le difficoltà dell'avversario nei movimenti, visibili specie nelle battute iniziali del match, Seppi ha avuto a disposizione solo due palle break (non sfruttate) in tutta la partita (qui puoi rivivere la diretta del match).

Delpo, al primo quarto di finale in carriera nei Championship, se la vedrà mercoledi contro David Ferrer. Ancora una volta Ferru ha ceduto il set iniziale per poi rimontare. Vittima di turno Ivan Dodig che si arrende in quattro set. C'è stata partita fino al tie break del secondo set nel quale Ferrer si è imposto 8-6 per poi veleggiare con un doppio 6-1. Prosegue il cammino di Jerzy Janowicz. Il polacco ha vinto la battaglia con Melzer 6-4 al quinto set lasciandosi andare a un'esultanza smodata e qualche lacrime. Decisivo per le sorti della partita, il break arrivato sul 2-1 nell'ultimo parziale. Non male per un ragazzo che un anno fa era 195 Atp e faticava a qualificarsi anche nei Challenger.

Nello stesso momento in cui Janowicz sparava l'ace finale con Melzer, un altro polacco, il 31enne Lukasz  Kubot, vinceva, sempre al quinto, la sfida con l'altro outsider, il francese Mannarino. Doveva esserci un quarto di finale tra Federer e Nadal, al loro posto ci sarà un incredibile e impronosticabile derby polacco. Pazzesco.

Centrale (dalle 16)

Murray b. Youznhy 6-3; 7-6; 6-1
Djokovic b. Haas 6-1; 6-4; 7-6  (qui la diretta)

Campo 1

Del Potro b. Seppi 6-4; 7-6; 6-3
Berdych b. Tomic 7-6; 6-7; 6-4; 6-4

Altri campi

Ferrer b. Dodig 6-7; 7-6; 6-1; 6-1
Verdasco b. De Schepeer 6-4; 6-4; 6-4
Kubot b. Mannarino 4-6; 6-3; 3-6; 6-3; 6-4
Janowicz b. Melzer 3-6; 7-6;6-4; 4-6; 6-4

Wimbledon 2013: foto degli ottavi di finale


Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale

Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale
Wimbledon 2013: le foto degli ottavi di finale

Wimbledon 2013: presentazione ottavi di finale maschili


Super Monday

a Wimbledon. Come da tradizione, il lunedì della seconda settimana è dedicato agli ottavi di finale. Sedici i match. Tutti in campo oggi, uomini e donne.

Ecco una breve presentazione del programma odierno. Sul Centrale, apertura dedicata a Serena Williams attesa da Sabine Lisicki, una delle tenniste più in forma del momento che, un anno fa, eliminò, proprio agli ottavi Maria Sharapova. A seguire (alle 15.30 ca.) Andy Murray trova Mikhail Youznhy, un habituè, ormai  della seconda settimana dei Championship (è reduce da un ottavo e un quarto di finale, entrambe le volte eliminato da Federer).  Nei primi tre turni, lo scozzese ha faticato pochissimo. Oggi dovrebbe impegnarsi un po’ di più. Molto dipenderà dall’umore del russo e dall’efficacia del suo rovescio. Nel tardo pomeriggio, il clou, imperdibile, tra Djokovic e Hass. Lecito attendersi una sfida spettacolare. Il tedesco, sull’erba, ha i colpi per impensierire il rivale ma non si può non considerare Djokovic favorito. Qualche chance di successo comunque Tommy la merita.

Campo 1. Alle 16 circa, Seppi, nel suo primo ottavo di finale a Wimbledon trova JM Del Potro. Attenzione alle condizioni fisiche dell’argentino. Contro Zemlja, l’argentino, si è procurato un infortunio a caviglia e ginocchio dopo una scivolata. Ieri, sui suoi account social, ha postato una foto con una vistosa fasciatura sulle articolazioni infortunate. La situazione è da monitorare. Delpo deciderà in extremis se scendere in campo o meno. A seguire, sempre sull’1,  altro ottavo da non perdere tra Berdych e Tomic. Attenzione all’australiano, reduce dalle belle vittorie con Querrey, Blake e Gasquet e di nuovo ispirato dopo una prima parte di stagione funestata da pessimi risultati e dal brutto episodio che ha visto protagonista il padre, sotto processo in Spagna, per aver malmenato il suo sparring Drouet. Per il vincitore si prospetta un probabile quarto con Djokovic.  Non sta benissimo anche Ferrer il quale ha rivelato di aver disputato il match contro Dolgopolov grazie a infiltrazioni di antidolorifico. Ferru affronta il croato Dodig. Chi passa trova proprio Seppi o Del Potro.

Decisamente poco affascinanti gli ottavi della parte bassa del tabellone. Oltre a Murray-Youznhy, abbiamo tre match assolutamente imprevisti al momento del sorteggio. Il più incredibile Mannarino – Kubot, 116 contro 131 Atp. Altrettanto inaspettato Verdasco – De Scheeper, da cui uscirà il possibile sfidante di Murray al prossimo turno. Interessante Janowicz – Melzer con il polacco che potrebbe ritrovarsi ai quarti contro il connazionale Kubot.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail