Roma, Repubblica dello skate

Parlando di scuole di skateboard in Italia abbiamo avuto modo di presentare la Skate Skull del Trinity, a Milano; adesso è il momento di Roma, che può vantare, oltre a numerosissimi spot e alcuni dei più noti park italiani, un buon numero di allievi della Skate Republic, la scuola di skateboarding proposta da El Nino Skatepark.

Lo skatepark fu inaugurato nel 2005 e rappresenta il concretizzarsi di un ambizioso progetto nato due anni prima per le strade romane, e per la precisione sul marmo del Foro Italico, dove Andrea Martinez, classe ’70, skater da quando aveva otto anni, iniziò a radunare attorno a sé principianti e inesperti per aiutarli a superare quegli ostacoli iniziali che avrebbero potuto scoraggiarli: quello che Andrea stava facendo era promuovere lo skateboarding nella sua città, ciò che desiderava più di ogni cosa.

Fu in quel periodo che nacque il sito Skatecoffee, tirato su da Andrea con il contributo di ogni skater romano che riusciva a coinvolgere, che ben presto si rivelò il bollettino di un’associazione: la Skate Republic, affiliata alla UISP, che si proponeva come scuola di skate. A questo punto l’esigenza di uno spazio dedicato si faceva pressante, e l’idea di uno skatepark iniziò a prendere forma. Due anni più tardi nacque El Nino Skatepark.

Oggi Andrea è affiancato da alcuni istruttori nel tenere le lezioni di skateboard che sono seguite da giovani di tutta Roma e anche da fuori; quest’anno El Nino è stato tappa del CRASH, il Campionato Romano di Skateboard. Traguardo dopo l’altro, piccoli skater crescono, anche e specialmente a Roma.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: