Basket NBA mercato: Lakers pessimisti per Dwight Howard

Se il mercato degli italiani è concluso, con i trasferimenti di Bargnani a New York e Belinelli a San Antonio, il caso dell'estate 2013 deve ancora concludersi. E, come l'anno scorso, è Dwight Howard a far utilizzare fiumi di inchiostro ai giornalisti americani (e non solo): il centro dei Los Angeles Lakers è free agent dallo scorso 1 luglio e la sua decisione è attesa nelle prossime ore, visto che aveva dato la giornata di venerdì (oggi) come deadline.

'Superman' si è incontrato nei giorni scorsi con tutte le pretendenti al suo contratto, tra cui proprio la squadra con cui ha giocato nella passata stagione. Tuttavia, filtra un certo pessimismo nello staff dei gialloviola, visto che il centro non appare particolarmente convinto della sua compatibilità con Kobe Bryant in campo e con Mike D'Antoni in panchina. E la scorsa stagione, lo ha sicuramente dimostrato, visti gli scarsi risultati, anche se condizionati dallo stato fisico deficitario di Howard.

Secondo le indiscrezioni, le due formazioni con maggiori possibilità di acquisire il centro appaiono Houston Rockets e Dallas Mavericks, ma nelle ultime ore si sono fatti avanti i Golden State Warriors. La formazione californiana sta cercando di liberare spazio importante nel salary cap, provando a piazzare Bogut, Jefferson e Biedrins, proprio con l'obiettivo di avere lo spazio per mettere sotto contratto il centro, senza dover passare ad una 'sign and trade' con i Lakers.

Intanto, J.R. Smith ha trovato definitivamente l'accordo con i New York Knicks, per restare nuovamente con la maglia bluarancio anche nelle prossime stagioni. Nel dettaglio, il sesto uomo dell'anno firmerà un quadriennale per 24.7 milioni di dollari. Inoltre, sempre la formazione della Grande Mela, avrà nuovamente nelle proprie fila anche Pablo Prigioni: accordo triennale per l'argentino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail