Ciclismo, Lance Armstrong torna a correre ma avverte: "Non è un ritorno"

Il ciclista parteciperà ad una corsa non ufficiale e non competitiva nello stato dell'Iowa.

Dopo lo scandalo relativo al doping, che l'ha privato dei sette Tour de France che l'hanno fatto entrare nel mito, il ciclista statunitense Lance Armstrong tornerà a correre in bicicletta in pubblico per la prima volta.

L'ex ciclista 41enne, però, ha voluto subito mettere in chiaro la situazione al fine di evitare equivoci. Armstrong, infatti, non ha nessuna intenzione di ritornare all'agonismo. Queste sono state le sue principali dichiarazioni riguardanti questo improvviso e inaspettato ritorno sulla bicicletta, rilasciate a Des Moines Register:

Ad essere onesti, non è una dichiarazione di ritorno e non è neanche un esperimento. E' soltanto la voglia di andare in giro in bicicletta con quello che in passato è stato un simpatico gruppo di persone con le quali ho condiviso gli stessi interessi.

Lance Armstrong parteciperà al Register's Annual Great Bicycle Ride Across Iowa, una corsa ciclistica non ufficiale e non competitiva che si tiene ogni anno nello stato dell'Iowa. L'ex ciclista sa benissimo che la sua presenza potrebbe essere non gradita da qualcuno:

Sono ben consapevole che la mia presenza non è un argomento facile. Se volete darmi il cinque, bene, se invece volete attaccarmi, va bene lo stesso.

Nonostante lo scandalo doping, infatti, il direttore della corsa di Iowa, T.J. Juskiewwicz, ha dichiarato che Armstrong sarebbe stato comunque il benvenuto, nonostante la sua immagine indelebilmente macchiata da questa vicenda, e che l'ex ciclista merita un trattamento pari a quello degli altri partecipanti.

Ricordiamo brevemente la parabola discendente di Lance Armstrong: durante la famosa intervista concessa a Oprah Winfrey, il ciclista ha confessato di aver vinto i sette Tour de France consecutivi da dopato; oltre ai titoli conquistati in Francia, Armstrong ha dovuto dire addio anche alla medaglia olimpica; nei prossimi mesi, infine, Armstrong dovrà affrontare una serie di cause giudiziarie milionarie scatenate dalle sue dichiarazioni.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail