Atp Stoccarda 2013: Fabio Fognini trionfa in finale su Kohlschreiber

Fabio Fognini vince l'Atp 250 di Stoccarda. Sconfitto in finale il tennista di casa Philipp Kohlschreiber in tre set con il punteggio di 5-7; 6-4; 6-4. E' il primo titolo Atp in carriera per l'azzurro che lo scorso anno era stato sconfitto in finale a Bucharest e San Pietroburgo. Doppia soddisfazione per Fabio che conquista anche la splendida automobile messa in palio dalla Mercedes, main sponsor dell'evento.

Come con Haas e Bautista, Fognini parte con convinzione e strappa il servizio a Kohlschreiber nel terzo gioco. 2-1 per l’azzurro che si segnala anche per due colpi di pregevole fattura, un pallonetto in rincorsa a rete e un potente rovescio lungo linea. Sforzo subito vanificato dal successivo game in battuta con 0 prime e un doppio fallo. Il tedesco ne approfitta, impatta prontamente 2-2 ma poi si fa breakkare di nuovo a 0. Il servizio, purtroppo, continua a essere un optional anche per Fabio. Nuovo pareggio, 3-3, e partita per nulla spettacolare. Seguono due veloci game interlocutori con Fognini che non concretizza un’occasione per il possibile 5-4. La palla break non sfruttata costringe il ligure a servire per rimanere nel set. Missione compiuta (5-5) ma non basta. Di nuovo in rincorsa, sotto 6-5, Fognini concede un set point che Kohlschreiber capitalizza al meglio con un dritto a fil di riga su un improvvido doppio fallo dell’avversario. Epilogo amaro. Il tie break sarebbe stato la conclusione più giusta di un set altalenante ma equilibrato.

Mi aspettavo il solito crollo emotivo di Fabio ma l’inizio del secondo parziale mi ha smentito. Provvidenziale il break nel game iniziale subito dal tedesco al servizio. Vantaggio, stavolta, confermato dal tennista ligure che, supportato da un ottimo rendimento con la prima, controlla le velleità di rimonta dell’avversario e incamera, meritatamente, il  6-4 dopo aver sprecato quattro set point sul 5-3. Bravo Fognini a non farsi condizionare da una chiamata dubbia che gli avrebbe consentito di chiudere il parziale con un gioco di anticipo. La finale si decide al terzo.

Il parziale conclusivo poteva cominciare alla grande per Fognini ma Kohlschreiber riesce a sventare due pericolose opportunità per il possibile nuovo break in apertura. L’appuntamento però è solo rimandato. Il tedesco continua a faticare al servizio e viene punito, a 15, nel terzo game. Gioca benissimo Fabio che conferma il vantaggio e vola 3-1. Kohlschreiber, nervosissmo, va in tilt, smarrisce per l'ennesima volta la battuta ma riesce a recuperare uno dei due break di svantaggio. La rimonta però finisce lì e Fognini trionfa a  braccia alzate con un nuovo 6-4. Finalmente...

  • shares
  • Mail