NBA | Baron Davis: "Sono stato rapito dagli alieni". Bazinga!

Il giocatore di basket ha raccontato una storia assurda facendola sembrare vera, poi ha confessato che era uno scherzo.

Qualcuno direbbe che è uno dei suoi classici "scherzoni" e in pochi ci avevano creduto, anche se con le sue doti da commediante Baron Davis almeno un piccolo dubbio che stesse parlando sul serio lo ha insinuato. Ci riferiamo a quanto 34enne cestista californiano ha detto ai presentatori della trasmissione The Champs Podcast lo scorso 11 luglio.

Il suo racconto, ricco di espressioni piuttosto colorite, lo vedeva protagonista di un incontro ravvicinato del terzo tipo: mentre guidava da Las Vegas a Los Angeles ed era piuttosto stanco, Baron Davis è stato ha visto una luce che pensava fosse di un grande camion, invece, si è visto arrivare davanti degli esserini molto brutti, per metà umani, che lo fissavano negli occhi e gli frugavano nel naso dopo avergli legato le mani. Poi si ricorda solo di essersi ritrovato alle 4 del mattino a Montebello, sulla via del ritorno a Los Angeles. Ai conduttori del programma Davis ha detto di avere intenzione di scrivere un libro su questa vicenda.


Nei giorni successivi, ovviamente, Baron Davis ha rivelato che era tutto uno scherzo e ha chiesto aiuto perché fuori casa si era ritrovato gli uomini in nero (citando il film Men in Black) e chiaramente continuava a scherzare. Alla fine ha detto semplicemente che, appunto, non essendo niente di più di una burla la gente ora deve passarci sopra, superarla e dimenticarla. E magari sorridere per il fatto che a Baron Davis sia rimasta la voglia di scherzare anche dopo le stagioni sfortunate che ha vissuto: prima l'ernia del disco quando è arrivato ai New York Knicks per un anno, poi un infortunio al ginocchio piuttosto grave che lo ha tenuto lontano dal campo per un anno. Al più presto spera di far divertire di nuovo i suoi tifosi in campo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail