Basket NBA mercato: World Peace a New York, Datome firma con Detroit

Niente Cina, né Arena Football. Metta World Peace sarà ancora tra i protagonisti del campionato NBA e sarà un compagno di squadra di Andrea Bargnani: l'ex Ron Artest ha trovato l'accordo con i New York Knicks. Il contratto è biennale, per una cifra di circa 1.6 milioni di dollari a stagione: primo anno garantito, secondo con player option. Comunque, il giocatore continuerà anche a percepire i 7.7 milioni di dollari dal precedente accordo con i Los Angeles Lakers.

World Peace, infatti, era stato 'amnistiato' dalla formazione californiana nei giorni scorsi, per evitare di avere la cifra dell'ingaggio nel salary cap, anche se la scelta non era piaciuta per nulla né a Mike D'Antoni né a Kobe Bryant, che aveva scritto su Twitter tutto il suo disappunto. Il giocatore è un'importante addizione per la squadra di Woodson e potrà dare una mano soprattutto in difesa, dove i Knicks hanno faticato parecchio nell'ultima stagione.

Un altro trasferimento interessante è arrivato nella tarda serata italiana: Elton Brand è stato ingaggiato dagli Atlanta Hawks, con un contratto annuale. Il lungo, pur non più al meglio della condizione fisica, potrà dare una mano nelle rotazioni, con Hortford e Millsap. E' stato anche il giorno della firma sul contratto e dell'ufficializzazione di Gigi Datome ai Detroit Pistons: il sardo vestirà la maglia numero 13 ed ha postato su Twitter le sue prime foto con la nuova maglia.

Subito dopo aver siglato l'accordo, alla presenza di Joe Dumars, l'azzurro è stato impegnato in una chat con i tifosi, direttamente sul sito ufficiale della società: "Non vedo l'ora di scendere in campo - ha detto - Devo abituarmi a giocare ai ritmi NBA, perché è una grande differenza rispetto al campionato italiano. Io e Josh Smith potremmo essere una bella coppia: lui è più fisico, io tiro leggermente meglio e potremo mettere in difficoltà gli avversari". L'avventura americana è iniziata.

Foto Twitter Gigi Datome

  • shares
  • Mail