Basket NBA: Brooklyn Nets, è iniziata l'era Pierce-Garnett

Vederli con la maglia bianconera addosso fa un certo effetto e lo farà ancor di più ai tifosi dei Boston Celtics, ma è iniziata l’era di Paul Pierce e Kevin Garnett ai Brooklyn Nets. I due giocatori, assieme a Jason Terry, sono stati presentati alla stampa newyorkese e, per la prima volta, hanno indossato la nuova casacca, dopo gli anni in cui sono stati compagni di squadra in biancoverde, in Massachusetts.

Nonostante la grande esperienza, entrambi hanno mostrato un po’ di emozione e di smarrimento: “Solo oggi, cercando una nuova casa ed entrando negli spogliatoi di questo palazzo ho capito che il trasferimento è una realtà – ha detto Paul Pierce, che aveva trascorso l’intera sua carriera a Boston – Non sono più un Celtic, ma un Brooklyn Net: fa parte degli affari. Ora sono pronto a dare tutto per vincere con questa nuova maglia”.

Kevin Garnett aveva già cambiato squadra, passando da Minnesota a Boston nel 2007, ma anche a lui fa un certo effetto non essere più al Garden: “Cambiare è stata dura. Sei stato in una città, in un sistema e nei Celtics – ha detto – E’ molto difficile, ma qui potremo prenderci delle soddisfazioni”. E la carica è subito quella giusta: “Possiamo lottare per l’anello – ha detto Pierce – Abbiamo tantissimo talento in squadra e quello è l’obiettivo”.

Dopo aver vissuto per anni l’acerrima rivalità con i Lakers, con anche due finali NBA disputate contro i californiani, ora ci sarà il derby con i New York Knicks. I giocatori non hanno voluto parlare della stracittadina, allora ci ha pensato il neo tecnico Jason Kidd: “C’è una bella rivalità e ogni anno speriamo di fare meglio di loro, ma l’obiettivo è vincere il titolo. E’ quello per cui siamo qua”. E Brooklyn sogna.

  • shares
  • Mail