Federer ci riprova a Gstaad: "Spero di fare meglio che a Amburgo ma la schiena..."

Grande accoglienza per Roger Federer a Gstaad. L'elvetico torna a disputare il torneo casalingo dopo 9 anni, sullo stesso campo dove 15 anni ha giocato la sua prima partita da professionista grazie a una wild card concessa dagli organizzatori, fatto che si è ripetuto un mese fa.

Al suo arrivo nella località montana, rinomata meta vacanziera invernale ed estiva, Federer ha rilasciato alcune dichiarazioni. Molti i temi trattati. Innanzitutto le aspettative per il torneo che si appresta a cominciare. Ad appena tre giorni dalladeludente sconfitta con Delbonis, Roger non perde il sorriso e si mostra, come al solito, fiducioso

E' bello essere tornato dopo così tanto tempo. E' emozionante. Non posso ancora credere che siano già passati 9 anni. Settimana scorsa, a Amburgo, ho dovuto lottare con la mia forma e con il mio gioco ma forse era quello che mi serviva. Mi auguro di giocare ancora meglio qui. Sono molto motivato Spero di poter riuscire a vincere il titolo anche se non sarà facile perchè ci sono giocatori pericolosi come Wawrinka

Ad Amburgo, Federer si è presentato con una nuova racchetta-prototipo Wilson che tanto ha fatto discutere addetti ai lavori e appassionati specie sui social network. Queste le sue impressioni

Ho provato diversi modelli, e questo è quello che mi piace di più. Con il prototipo mi sento molto confortevole e soddisfatto. Sento molto bene la palla sulle corde ma allo stesso tempo ho a disposione "meno colpi" con questo nuovo telaio rispetto al precedente. Ci vuole del tempo. E' una racchetta che subirà delle modifiche con il passare dei giorni, dei mesi

Contro Delbonis, Roger è sceso in campo con un bendaggio kinesiologico alla schiena. La sera precedente con Mayer, forse per il freddo, ha indossato un elegante cardigan sulla maglia di gioco. Evidentemente qualche problema c'è ancora. Nessun alibi ma solo la conferma di uno stato di salute oltrechè di gioco non proprio idilliaco

La schiena non era al massimo la settimana scorsa. Devo tenere sotto controllo la situazione costantemente. Non ho potuto giocare libero come avrei voluto ma non voglio dilungarmi più di tanto su questo argomento

L'esordio di Federer sulla terra di Gstaad è previsto per giovedì alle 17 contro il vincente di Chiudinelli-Brands. Oggi,nel pomeriggio, presenzierà alla cerimonia di inaugurazione del torneo alle 17.30.

Foto | © Getty Images

Fonte:Tennisworlditalia

  • shares
  • Mail