Mondiali di nuoto 2013 Barcellona, pallanuoto: Settebello primo, ora la Cina

Il Settebello si conferma, conquista la terza vittoria ai Mondiali 2013 di Barcellona e chiude al primo posto il girone eliminatorio. Tutto facile per i ragazzi di Campagna nel match contro il Kazakistan, superato per 12-6, dominando sin dal primo periodo ed aumentando con costanza il vantaggio. Ora la formazione italiana affronterà la Cina negli ottavi di finale (domenica, alle ore 20.10): un avversario abbordabile, che non dovrebbe creare grandi problemi agli azzurri, nonostante una buona crescita del movimento cinese.

Bastano pochissimi secondi per mettere subito le cose in chiaro: Matteo Aicardi gioca alla grande al centro e trova due reti già nel primo periodo, con il secondo davvero stupendo, liberandosi della marcatura di tre avversari. La doppietta di Figlioli porta l'Italia sul 4-0, in avvio di secondo quarto, prima che Gubarev riesca a sbloccare i kazaki. Ma non c'è storia, anche Tempesti si disimpegna molto bene nei pochi pericoli per la sua porta, ed il Settebello dilaga nella ripresa, raggiungendo anche il +7 in un paio di occasioni.

Se vogliamo proprio vedere il pelo nell'uovo, non è stato esaltante il bilancio con l'uomo in più (il 50%), ma nel complesso la prova azzurra è stata convincente, facendo ben sperare per il prosieguo della rassegna iridata. "Potevamo essere più prolifici in superiorità numerica e difendere meglio in meno - ha commentato il ct Campagna - Stiamo migliorando di partita in partita e analizzando tutte le fasi di gioco. Ora ci aspettano quattro giorni di lavoro e l'ottavo di finale con la Cina da affrontare con umiltà e determinazione perché le partite, tutte, si vincono in piscina e non prima".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail