Giro di Polonia 2013: Diego Ulissi ha vinto la prima tappa a Madonna di Campiglio!

Il toscano della Lampre Merida è ovviamente primo anche in classifica generale.

Comincia bene per gli italiani ila 70esima edizione del Giro di Polonia partita oggi dal Trentino. La prima tappa, da Rovereto a Madonna di Campiglio, ha visto il trionfo di Diego Ulissi della Lampre Merida e altri tre italiani tra i primi dieci, cioè Eros Capecchi della Movistar, quarto, Domenico Pozzovivo dell'Ag2r La Mondiale, sesto, e il capitano della Cannondale Ivan Basso, quinto, tornato finalmente alle gare dopo una prima parte di stagione molto sfortunata a causa di problemi di salute.
Questo Tour de Pologne serve a Basso, così come a Nibali e agli altri big presenti al via, per un po' di rodaggio in vista degli appuntamenti importati con la Vuelta e il Mondiale.

La tappa di oggi ha visto una fuga iniziale del polacco Bartosz Huzarski del Team Netapp Endura, che ha vinto due dei tre gran premi della montagna odierni: il primo a 126 km dall'arrivo su Fai della Paganella (10,8 km con una pendenza del 6%) e il secondo a 39 km dall'arrivo (5 km con pendenza media del 6,3%). Il terzo Gpm era a due km dall'arrivo a Madonna di Campiglio e se lo è aggiudicato Chris Anker Sorensen del Team Saxo Tinkoff. In fuga con Huzarskici sono stati il belga Serge Pauwels (quello che ha retto più a lungo con il polacco) e il suo compagno della Omega Pharma - Quick Step Jérôme Pineau più Marco Pinotti della BMC.

Ivan Basso con i suoi uomini in verde ha guidato il gruppo fino a riprendere i fuggitivi e tra i suoi si è distinto il colombiano Sarmiento. poi ci sono stati dei tentativi di distacco da parte del polacco Tomasz Marczynski della Vancasoleil, poi di Axel Howes della Garmin Sharp con Rafael Valls Ferri della Vacansoleil raggiunti e superati da Pieter Weening dell'Orica GreenEDGE, che a sua volta è stato raggiunto sul gpm a 2 km dall'arrivo da Eros Capecchi e Chris Anker Sorensen. I tre hanno poi subito il ritorno del gruppo guidato da Ivan Basso, ma lo scatto vincente finale è stato quello di Diego Ulissi che ha aspettato il momento giusto per sprintare e bruciare tutti gli altri.

Vincenzo Nibali e Bradley Wiggins sono rimasti indietro, ma loro sono qui per testare la forma. Molto più brillante è sembrato Ivan Basso, peraltro sempre un maestro nel gestire la gara.

Ecco primi dieci della tappa e anche della classifica generale (tutti con lo stesso tempo):


    1) Diego Ulissi (Lampre Merida)
    2) Darwin Atapuma (Colombia)
    3) Rafal Maika (Team Saxo Tinkoff)
    4) Eros Capecchi (Movistar)
    5) Ivan Basso (Cannondale)
    6) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale)
    7) Jon Izagirre Insausti (Euskaltel Euskadi)
    8) Alex Howes (Garmin Sharp)
    9) Ben Hermans (RadioShack Leopard)
    10) Pieter Weening (Orica GreenEDGE)

Foto Lampre Merida (Facebook)

  • shares
  • Mail