Giro di Polonia 2013: Wiggins ha vinto la crono, a Weening la Maglia Gialla

In classifica generale Christophe Riblon chiude al terzo post, secondo Jon Izaguirre Insausti. Primo degli italiani Eros Capecchi.

Pieter Weening ha vinto il Giro di Polonia 2013 grazie a una buona cronometro finale. L'olandese dell'Orica GreenEDGE ha pedalato meglio di Christophe Riblon, che aveva conquistato ieri la Maglia Gialla, ma che oggi ha accumulato un ritardo di 16" rispetto a Weening e alla fine chiude al terzo posto in classifica generale dietro anche allo spagnolo dell'Euskaltel Euskadi Jon Izagirre Insausti.

L'eroe di giornata è Sir Bradley Wiggins che ha stravinto la cronometro di 37 km da Wieliczka a Cracovia.
Il britannico del Team Sky, che è tornato alle gare proprio per questo Giro dopo i problemi avuti al Giro d'Italia, è stato molto bravo nella prima parte del percorso che prevedeva tre tratti in live salita, poi nella seconda parte, molto più adatta agli specialisti, è stato semplicemente strepitoso e ha dato quasi un minuto a Fabian Cancellara, anch'egli specialista delle crono. Insomma, Wiggins, in ottica mondiale, c'è e per la crono è tra i favoritissimi.

In questo Giro di Polonia, che fa parte dell'UCI World Tour, sono stati fatti alcuni "esperimenti": uno è l'attractivity contest, l'altro il fatto che le squadre hanno partecipato con soli sei corridori.

L'attractivity contest consiste in sostanza nell'attribuire degli abbuoni anche piuttosto consistenti (di 20") a chi accumula punti sui gran premi della montagna e agli sprint intermedi, in modo da rendere la tappa interessante per tutto il percorso e non solo sul finale. Grazie a questo sistema, per esempio, Jon Izagirre Insausti dell'Euskaltel Euskadi si è ritrovato in Maglia Gialla dopo la quinta tappa nonostante fossero arrivati quasi tutti con lo stesso tempo.

Per quanto riguarda la partecipazione delle squadre con una rosa di soli sei elementi, non pare sia particolarmente piaciuta. Fabian Cancellara, uno dei big presenti a questo Tour de Pologne, attraverso il suo profilo Twitter ha espressamente detto che correre in sei va bene per le tappe brevi, ma per quelle lunghe (e in questo Giro ce ne sono state) è troppo faticoso, ne servono otto, dunque secondo lui non va bene correre in sei le gare del World Tour.

Ordine d'arrivo della settima tappa a cronometro:


    1) Bradley Wiggins (Team Sky) 46' 36"
    2) Fabian Cancellara (RadioShack Leopard) +56"
    3) Taylor Phinney (BMC) +1' 14"
    4) Marco Pinotti (BMC) +1' 20"
    5) Kristof Vandewalle (Omega Pharma - Quick Step) +1' 40"
    6) Pieter Weening (Orica GreenEDGE) + 1' 44"
    7) Jon Izaguirre Insausti (Euskaltel Euskadi) +2' 05"
    8) Dominik Nerz (BMC) +2' 13"
    9) Sergei Chernetski (Katusha) +2' 15"
    10) Rafal Majka (Team Saxo Tinkoff) +2' 17"

Il Tour di Polonia 2013 si conclude dunque con
- tre vittorie di tappa per la BMC, due con il capitano Thor Hushvod (la terza e la quinta) e una di Taylor Phinney (la quarta, davvero emozionante);
- una vittoria per la Lampre Merida, la prima a Madonna di Campiglio con Diego Ulissi
- una vittoria per l'Ag2r La Mondiale con Christophe Riblon, la seconda con l'arrivo sul Pordoi
- una vittoria per il Team Colombia con Darwin Atapuma (la sesta)
- una vittoria per il Team Sky con Bradley Wiggins nella crono

La classifica a punti l'ha vinta Rafal Majka, quella riservata agli scalatori Tomasz Marczynski della Vacansoleil. Il più attivo è stato Bartosz Huzarski del Team Netapp Endura, dunque tutti polacchi i vincitori delle maglie "minori".

Classifica generale finale:


    1) Pieter Weening (Orica GreenEDGE) 31h 58' 07"
    2) Jon Izaguirre Insausti (Euskaltel Euskadi) +13"
    3) Christophe Riblon (Ag2r La Mondiale) +16"
    4) Rafal Majka (Team Saxo Tinkoff) +26"
    5) Sergio Henao (Team Sky) +51"
    6) Eros Capecchi (Movistar) +51
    7) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) +1' 14"
    8) Ivan Basso (Cannondale) +1' 38"
    9) Tanel Kangert (Astana) +2' 35"
    10) Chris Anker Sorensen (Team Saxo Tinkoff) +2' 50"

Vincenzo Nibali ha chiuso al 53° posto con un ritardo di 1h 02' 54".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail