La Federnuoto fa i conti in tasca a Federica Pellegrini, ma ce n'era davvero bisogno?

La Federazione Italiana Nuoto comunica ufficialmente quanto ha erogato a Federica Pellegrini negli ultimi sei anni: 750mila euro. Il rischio è di screditare la sua atleta più vincente e rappresentativa.

L'immagine di Federica Pellegrini, non da tutti amata per il frequente coinvolgimento in argomenti lontani dalla piscina e più vicini al gossip, ne è uscita certamente riabilitata dai Mondiali di Barcellona con la medaglia più preziosa che sia arrivata dalla corsia. Sul fatto che sia la nuotatrice italiana più forte non ci sono dubbi, ma lo scoppiare di una nuova polemica, questa volta non sulla sua vita amorosa ma sui soldi della Federnuoto, l'ha resa di nuovo antipatica ai più.

La Federnuoto, dopo il comunicato di ieri in cui specificava che i premi del 2009 sono stati già erogati indicando l'ammontare di quelli del più recente Mondiale come esempio, oggi ha diramato un'altra comunicazione facendo direttamente i conti in tasca a Federica Pellegrini. Solo per lei infatti, viene precisato:

"Nel periodo 2006/12 l'atleta Federica Pellegrini ha ricevuto individualmente la somma di circa 750.000€ dalla Federazione Italiana Nuoto, riguardante premi di classifica nelle competizioni internazionali e borse di studio ad esclusione dei premi inerenti il Club Olimpico e i contributi erogati dal Coni per le medaglie olimpiche.
Nello specifico dei mondiali di Roma 2009, l'atleta azzurra ha ricevuto 147.000€ frutto di due medaglie d'oro, tre record mondiali, e il piazzamento nella 4x200sl. In tal senso si specifica che tale somma rispecchia criteri meritocratici uguali per tutti gli atleti azzurri. Inoltre si conferma che sono erogati contributi alle società per l’alto livello relativi a criteri specifici meritocratici, e per particolari esigenze motivate"

Insomma, la Federazione, con un gesto per nulla elegante, ha colpito la sua atleta più rappresentativa indicando quanto denaro le ha erogato in questi anni, ben sapendo che, soprattutto in questo periodo, quando si parla di soldi tutti di indignano facilmente. Oggi Federica Pellegrini non sembra più l'argento di Barcellona, ma quella di Londra 2012 che non raccoglieva niente in acqua ma veniva fotografata a party di compleanno con il fidanzato e tacchi a spillo. Come al solito, in Italia, non esistono le mezze misure. Eppure altre Federazioni o le società private, che pagano gli stipendi e non solo i premi, non fanno i conti in tasca ai loro atleti, magari anche meglio pagati e meno vincenti…

La Federnuoto chiarisce: Federica Pellegrini ha già avuto i premi del 2009


Martedì 13 agosto 2013

Dopo lo sfogo di Federica Pellegrini su Twitter per alcuni articoli in cui si parlava di 3000 euro come premio per i suoi ori e record del mondo ai Mondiali di nuoto di Roma 2009, la Federnuoto ha diramato un comunicato stampa in cui ha chiarito che, invece, i premi sono stati già erogati da parecchio, sia per Roma 2009, sia per gli Europei di Budapest 2010, e anche per i Mondiali di Shanghai 2011, gli Europei di Debrecen 2012 e le Olimpiadi di Londra 2012 per tutti i piazzamenti non coperti dai contributi del Coni.

Gli importi, ha spiegato la Fin, sono stabiliti e comunicati prima dell'inizio della manifestazione e ha portato ad esempio quelli di Barcellona 2013, che, "in linea con quelli degli anni precedenti", sono:

- 35.000 euro per il primo posto
- 18.750 euro per il secondo posto
- 11.250 euro per terzo posto
- 4.000 euro per il quarto posto
- 3000 euro per il quinto posto
- 2500 euro per il sesto posto
- 1500 euro per il settimo posto
- 1000 euro per l'ottavo

Inoltre, la Fin corrisponde 25.000 euro per un record mondiale e 10.000 per un record europeo.

Insomma, Federica ha già ricevuto i suoi premi per i successi del 2009, ma evidentemente non tiene direttamente sotto controllo la sua contabilità (come avviene a molti sportivi) ed è stata "depistata" dai trafiletti dei giornali che indicavano le somme discusse di recente dal Consiglio federale, ma che non sono per gli atleti, bensì per le loro società. La Fin infatti ha spiegato:

"La Federazione italiana Nuoto, in ragione dell'andamento finanziario e al fine di premiare ed incentivare le società per i risultati ottenuti dai propri atleti tesserati, ha riconosciuto anche per gli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 contributi alle società per l'attività di 'alto livello' riferiti ai risultati dei loro atleti tesserati. In tal senso vengono adottati parametri oggettivi in considerazione di un eventuale tesseramento per società militari e di assistenza continua presso Centri Federali. Inoltre la Federazione Italiana Nuoto, in ragione di casi particolari, ed in ragione di attività organizzativa o di sostegno di carattere tecnico, logistico e sanitario, può erogare contributi specifici qualora si renda necessario e nell'interesse della Federazione stessa, col fine di poter garantire le condizioni ideali di preparazione e di partecipazione adeguata degli atleti di interesse nazionale"

Federica Pellegrini infuriata per i premi del Mondiale 2009: a lei 3mila euro ad Alessia Filippi 20mila


La polemica era nell'aria già da qualche giorno, ma ora che i dati sono ufficiali Federica Pellegrini è veramente arrabbiata. Già da dopo la fine dei Mondiali di Barcellona sui giornali, sportivi e non, si è iniziato a parlare dei premi che i nuotatori italiani devono percepire dalla Federazione per la competizione iridata… del 2009. Già perché dopo quattro anni finalmente si sono decisi ad assegnarli e come era stato anticipato già sabato da Repubblica ed è stato poi ufficializzato dal Consiglio Federale proprio in questi giorni pre-ferragostani, c'è una bella sorpresa.

Quello del 2009 a Roma è stato IL Mondiale di Federica Pellegrini che vinse l'oro nei 200 e nei 400 stile libero e migliorò due volte il record del mondo della lunghezza più breve (in semifinale e finale) e una quello della più lunga (in finale). Era l'epoca dei super-costumi e quei record sono ancora lì intatti, ancora non sono stati ancora migliorati da nessun'atra.

Il Mondiale 2009 è stato molto felice per gli italiani non solo grazie a Federica Pellegrini, ma anche per le medaglie di Alessia Filippi che conquistò l'oro nei 1500 e il bronzo negli 800 stile libero.

Ebbene, i premi sono: 3mila euro per Federica Pellegrini e 20mila euro per Alessia Filippi.
Sarebbe più normale il contrario, penseranno i più, invece è proprio così, il Consiglio federale non ha sbagliato i calcoli, ma dovrà dare delle spiegazioni, prima di tutto proprio a Federica, che oggi su Twitter si è scatenata postando una foto della pagina de La Gazzetta dello Sport in cui sono riportati i numeri e commentando: "Questo è quello che ho guadagnato vincendo 2 Mondiali con 3 record del mondo in una sola edizione!! Fate voi!!!"

E già sabato scorso aveva postato il link alle anticipazioni di Repubblica.it dicendo che neanche lei era a conoscenza di questa disparità di trattamento, anche se di fatto lei non ha mai nominato la Filippi, semplicemente quello che non le va giù è che sia così basso il suo premio, senza stare a guardare nelle tasche degli altri, ma è ovvio che il paragone salti subito agli occhi.

Una possibile spiegazione? La più plausibile per ora sembra essere il fatto che Alessia Filippi si allenava in un centro federale, mentre Federica Pellegrini, all'epoca all'Aniene, no. E tra l'altro Alessia ha aperto un contenzioso per mancate retribuzioni da parte della Federnuoto.

Ecco i tweet di Federica Pellegrini




  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: