Basket | European Basketball Tour 2013: Italia ko e stop per Datome

Il torneo di Anversa porta solo brutte notizie per la Nazionale italiana. Contro la Polonia arriva la terza sconfitta (82-79) all'European Basketball Tour e, soprattutto, c'è un nuovo allarme infortunio: nel primo quarto si è fermato Gigi Datome e non è più rientrato in campo. Secondo le prime notizie giunte dal Belgio, si parla di un trauma distorsivo al piede destro e nei prossimi giorni il giocatore effettuerà gli accertamenti del caso, per capire l'entità del problema. Già senza Gallinari, Hackett e (probabilmente) Bargnani, sarebbe un colpo drammatico per gli azzurri.

La terza sfida vede la squadra di Pianigiani lottare per tutti i 40 minuti, nonostante la differenza di stazza con giocatori come Gortat e Lampe e trovando finalmente un Belinelli molto coinvolto ed autore di canestri di grande qualità. L'inizio del match è molto positivo per la formazione azzurra: Cusin segna e fa un buon lavoro sotto i tabelloni, Datome trova una tripla ed un gioco da tre punti, per il +7 (19-12 al 7'). Proprio su questo attacco, però, l'ex Roma mette male il piede e lascia il campo, così la squadra polacca rientra e piazza un 12-0, con cui ribalta il confronto.

Sono Zamojski e Koszarek a fare male alla difesa italiana, anche se dei lampi di Diener e Gentile tengono a contatto Azzurra. L'onda polacca arriva nel terzo periodo: Gortat inizia a dominare sotto i tabelloni, ancora Koszarek regala il +12 ai suoi e sembra indirizzare definitivamente il confronto, verso i nostri avversari. Ma Belinelli non vuole soccombere e prende in mano l'Italia: segna alcuni canestri impossibili e si fa vedere anche in difesa, recuperando alcuni palloni importanti e dando la carica al resto del gruppo.

Dopo le grandi difficoltà delle prime uscite e pur con limiti difensivi, Diener guida discretamente la squadra azzurra, accoppiato al miglior Cusin di questa fase di preparazione e si arriva alla volata finale. Belinelli pareggia dalla lunetta con tre tiri liberi consecutivi (72-72 al 38'), però fallisce la tripla del sorpasso, subito seguito anche da Gentile. E' uno stillicidio di liberi: tutti precisi, esclusi gli errori del neo Spurs e di Koszarek. Gentile prima e Mancinelli poi hanno la palla per il supplementare, ma non trovano il canestro ed arriva il terzo ko.

ITALIA-POLONIA 79-82 (19-20; 37-41, 54-60)

ITALIA: Cavaliero ne, Mancinelli 7 (2/5, 1/4), Poeta ne, Melli* 4 (1/ 2, 0/2), Vitali ne, Cusin* 9 (4/5), Datome* 6 (1/1, 1/3), Diener 8 (3/3, 0/5), Gigli (0/1), Rosselli ne, Magro ne, Cinciarini* 5 (1/ 2, 0/1), Belinelli* 24 (2/2, 4/11), Gentile 12 (1/5, 0/3), Aradori 4 (2/4, 0/1). Allenatore Simone Pianigiani.

POLONIA: Wisniewski, Chylinski ne, Lampe* 16 (5/8, 0/2), Szubarga 9 (2/2, 1/3), Zamojski 3 (1/ 3 da tre), Ponitka, Kulig ne, Waczynski* 2 (1/1, 0/1), Gortat 18 (7/8), Hrycaniuk ne, Koszarek 12 (3/3 da tre), Gielo ne, Ignerski 7 (1/3 da tre ), Kelati* 7 (0/1, 1/4), Karnowski 8 (4/4). Allenatore Dirk Bauermann.

ARBITRI: Delestree, Oved, Denis

Foto sito Fip

  • shares
  • Mail