Usa Pro Challenge 2013: Sagan ha vinto la prima tappa ad Aspen, sesto Caruso (Foto e video)

Secondo il belga della BMC Greg Van Avermaet e terzo l'americano Kiel Reljnen della UnitedHealthcare.

Comincia nel migliore dei modi il Giro del Colorado 2013 (nome ufficiale Usa Pro Cycling Challenge) per Peter Sagan, la Maglia Verde degli ultimi due Tour de France che quest'anno dopo la Grande Boucle si è concesso qualche settimana di riposo tornando in strada per la London Classic e poi partito alla volta del Colorado dove è arrivato con due settimane d'anticipo.

Lo slovacco della Cannondale ha vinto la prima tappa ad Aspen, un circuito di 34,7 km ripetuto tre volte per un totale di 109.7 km e tanti sali e scendi, ma sempre al di sotto dei 2000 metri di quota.

La tappa è iniziata con una fuga di Craig Lewis della Champion System, Matt Cooke della Jamis-Hagens Berman e Ian Burnett della Jelly Belly presented by Kenda. I tre battistrada hanno retto fino a 10 km dall'arrivo mentre la Cannondale faceva un gran lavoro in testa al gruppo. Dopo che i fuggitivi sono stati ripresi si è staccato un gruppetto di sette ciclisti tra cui Peter Sagan, poi a 6 k dal traguardo si sono fatti avanti George Bennett della RadioShack Leopard e Carter Jones della Bissel Cycling, che hanno accumulato un vantaggio di 20" a 4 km dall'arrivo, ma il gruppo, con la BMC al comando ha ripreso anche questi due fuggitivi a un chilometro e mezzo dall'arrivo e Sagan è stato il più bravo di tutti nella volata finale.

Per l'incredibile Hulk della bicicletta è il diciassettesimo successo di questa stagione e oltre alla vittoria di tappa, essendo la prima ed avendo lui solo 23 anni, si è aggiudicato anche la maglia di leader, quella del miglior sprinter e quella del miglior giovane.
Sul secondo gradino del podio è salito il belga della BMC Greg Van Avermaet e sul terzo terzo l'americano Kiel Reljnen della UnitedHealthcare.
L'altro leader della spedizione della Cannondale che è andata in Colorado, Damiano Caruso, è arrivato sesto, primo degli italiani.

Male invece il vincitore del Tour de France 2013, Chris Froome, che in America è presente con il suo fido gregario Richie Porte. Froomey è arrivato 77° con cinque minuti di distacco da Sagan.

Ecco le parole del vincitore di tappa:

"Sono arrivato in Colorado due settimane fa per non patire troppo la differenza con l’Europa. Sapevo di essere in buona forma ma l’incognita c’era. Direi che tutto è andato nel verso giusto. Sulla carta non ci sono molte occasioni per me, è un percorso più per scalatori. Oggi dovevamo fare la corsa e i compagni sono stati bravissimi a gestirla. Non era facile perché il circuito era insidioso e la tappa breve. Nel finale ho attaccato per evitare sorprese. Quando ho visto che nessuno collaborava, ho pensato a non sprecare energie e giocarmela in volata. Sono molto felice, ora vivrò la corsa giorno dopo giorno. Correre in altura non è facile e il mio obiettivo è anche lavorare in funzione delle corse di settembre"

Qui di seguito il video della premiazione e la fotogallery

Giro del Colorado | Prima tappa | Foto


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail