Basket | Verso gli Europei 2013: Italia, ci sono motivi per sorridere

Una vittoria ed una sconfitta per gli azzurri nella tre giorni di Capodistria, ma non sono mancate le notizie positive, a meno a 10 giorni dall'inizio degli Europei in Slovenia. La squadra di Pianigiani si è lasciata alle spalle la depressione post Anversa e, soprattutto, dopo aver perso definitivamente Bargnani per la competizione continentale. Il successo con il Montenegro ha riportato un po' di serenità nell'ambiente, mentre il ko con la Slovenia ha comunque convinto il gruppo nel sapersela giocare con una delle squadre più accreditate, seppur senza Datome.

Altre due sono state le buone sensazioni per l'Italia: aver mostrato carattere e grinta, due aspetti che saranno fondamentali nel corso dell'avventura in Slovenia, visto che spesso dovremo far fronte a squadre più grosse ed anche con maggior talento. Inoltre, è stata finalmente ritrovata una buona mano al tiro, soprattutto da fuori: dopo non aver praticamente mai realizzato dall'arco in Belgio, i canestri della Bonifica Arena hanno accolto i tiri azzurri e speriamo sia così anche tra un paio di settimane, visto che giocheremo proprio nello stesso palasport.

L'altro lato della medaglia è la dipendenza da una buona percentuale dall'arco, ma è quasi naturale, vista l'assenza di peso sotto canestro. Tuttavia, la squadra di Pianigiani dovrà evitare quei blackout difensivi, in quei minuti in cui il tiro fatica ad entrare: non si possono prendere parziali come quelli di ieri (ma non solo), perché giocare ad inseguimento diventa troppo faticoso. Servirà anche un maggior contributo da chi non gioca tantissimi minuti: ieri solo Gentile è stato incisivo, di quelli non partiti in quintetto. L'Italia è ad Atene, da martedì c'è il Torneo dell'Acropolis: ultimo impegno pre-Europei.

Intanto, arrivano notizie importanti anche dai ritiri delle nostre avversarie. In particolare dalla Russia, nostra prima avversaria il 4 settembre e formazione su cui bisognerà probabilmente fare la corsa per passare alla seconda fase: si è infortunato Andrey Vorontsevich, lungo del Cska Mosca e non parteciperà agli Europei. La formazione di Karasev sarà decisamente rimaneggiata in Slovenia: quest'ultimo stop si aggiunge a quelli già noti di Kirilenko, Mozgov, Khryapa e Kaun. Tutte assenze pesantissime.

Il programma del Torneo dell'Acropolis (orari italiani)

Martedì 27 agosto
Ore 17.30 ITALIA-Lituania
Ore 20.00 Grecia-Bosnia Herzegovina

Mercoledì 28 agosto
Ore 18.00 Grecia-Lituania
Ore 20.30 Bosnia Herzegovina-ITALIA

Giovedì 29 agosto
Ore 17.30 Bosnia Herzegovina-Lituania
Ore 20.00 Grecia-ITALIA

Foto sito Fip

  • shares
  • Mail