Basket | Torneo dell'Acropolis: l’Italia dura un tempo, poi la Lituania vola

Il Torneo dell’Acropolis inizia con una sconfitta per l’Italia. Gli azzurri provano a lottare, ma vengono battuti per 79-63 dalla Lituania, subendo così il quinto ko nelle ultime sei uscite. Già gli avversari sono più forti, se poi non entra il tiro da fuori (5/24 da 3 punti) è quasi impossibile vedere la Nazionale giocarsela alla pari. Infatti, l’equilibrio dura un tempo, poi la squadra baltica mostra tutto il suo talento, soprattutto con Kleiza e Darius Lavrinovic, e scava un solco di una decina di punti, che gli azzurri non riescono mai a riavvicinare.

Ancora priva di Datome, la squadra di Pianigiani subisce inizialmente la coppia Valanciunas-Kleiza, ma reagisce immediatamente, nonostante numerosi tiri aperti sbagliati. Con un paio di contropiedi ben fatti arriva il vantaggio (9-7), mantenuto da 9 punti in fila per un caldissimo Aradori. Il match resta sul filo dell’equilibrio, anche a causa di un’Italia un po’ troppo fallosa, che concede ben 12 tiri liberi (di cui 5 sbagliati) agli avversari nel primo quarto. Gli azzurri continuano a litigare con il canestro, mentre Delininkaitis trova la tripla per il +6 (18-24 al 14’).

Belinelli trova finalmente un paio di canestri nel minuto precedente l’intervallo (3/11 nel primo tempo), ma Kleiza è sempre un rebus irrisolvibile per la difesa italiana e la Lituania mantiene il distacco (32-38) alla pausa lunga. L’inizio della ripresa è davvero negativo per gli azzurri: 0/7 dal campo nei primi 5’, più di una disattenzione difensiva ed il parziale lituano è presto fatto. I nostri avversari arrivano anche a +16 (39-55 al 26’), con un Darius Lavrinovic inarrestabile vicino a canestro ed un paio di facili schiacciate in contropiede.

Solamente nel finale di terzo quarto arriva la reazione azzurra, guidata in particolare da un buon Cinciarini: sei punti per il play, canestro di Belinelli e l’Italia torna sotto la doppia cifra di svantaggio, anche se Aradori sbaglia la tripla del -6. Purtroppo è solo un lampo, ad inizio ultimo periodo si rimette in ritmo Kleiza: cinque punti in fila e la Lituania aggiorna il suo massimo vantaggio sul +17 (49-66 al 33’). Come con la Slovenia, gli azzurri non mollano e ritornano fino al -9, ma i rivali controllano senza problemi e riallungano. Domani c’è la Bosnia.

ITALIA-LITUANIA 63-79 (16-17, 32-38, 49-60)

ITALIA: Cavaliero, Mancinelli* 2 (1/3, 0/2), Poeta ne, Melli 2 (1/4), Cusin* 4 (2/4), Diener* 5 (1/ 2, 0/3), Gigli (0/1 da due), Rosselli (0/2 da tre), Cinciarini 13 (3 /4, 1/1), Belinelli* 15 (3/12, 2/9), Gentile 7 (2/2, 1/4), Aradori 15 (5/11, 1/3). Allenatore: Pianigiani.

LITUANIA: Pocius 1, Kalnietis* 9 (4/9, 0/1), Lavrinovic D. 14 (7/7), Maciulis 4 (1/3, 0/1), Delininkaitis 9 (1/ 2, 1/ 2), Seibutis* (0/2), Kleiza* 18 (5/8, 2/3), Lavrinovic K. 3 (1/ 2), Valanciunas* 9 (3/6), Cizauskas 2 (1/ 2), Kuzminskas 3 (1/ 4, 0/1), Motiejunas 7 (0/1, 1/1). Allenatore: Kazlauskas

ARBITRI: Spyros Gontas (Gre), Elias Koromilas (Gre), Ademir Zurapovic (BIH)

  • shares
  • Mail