Us Open 2013: Quinzi eliminato nei quarti, "Basta junior, ora giocherò con i grandi"

Non è stato un bel venerdì per il tennis italiano. Alla sconfitta in semifinale di Flavia Pennetta contro Vika Azarenka, è seguita quella di Gianluigi Quinzi nei quarti di finale del torneo junior degli Us Open 2013. Il tennista marchigiano, reduce dal trionfo a Wimbledon, è stato eliminato dalla promessa australiana Thanasi Kokkinakis in tre set con il punteggio di 3-6; 6-2; 6-2.

L'azzurro non è riuscito a vendicare la sconfitta che lo stesso Kokkinakis gli ha inflitto all'Australian Open, con qualche rammarico per una prestazione scialba e ben al di sotto delle aspettative. Dopo un primo set dominato, Gianluigi, si è spento rendendo fin troppo facile la rimonta dell'avversario. Emblematico il secondo set deciso da un parziale di 12 punti a 2 per Kokkinakis dal 3-2 in suo favore. Ancora peggio il terzo nel quale si è giocato pochissimo. In fiducia, l'australiano ha infilato un ulteriore score vincente di 18 punti a 2 dallo 0-1 e, rapido, è arrivato il meritato 6-2 finale.

Al termine del match, Quinzi ha rilasciato importanti dichiarazioni in conferenza stampa sul suo futuro. Quella con Kokkinakis è stata la sua ultima partita nel circuito junior. E' arrivato il momento di misurarsi costantemente con i grandi, dopo qualche partecipazione ai challenge italiani estivi, tra cui spicca quella di San Marino quando Gianluigi perse solo al terzo con Volandri con tanto di polemiche nel finale da parte del livornese per il comportamento - a suo dire - irriguardoso dell'avversario

E' la mia ultima partita a livello juniores. Ora giocherò Challenger fino alla fine dell'anno. Mi sento pronto per questo passaggio, so che sarà molto dura. Nessuno ti regalerà nulla. Sono pronto anche se devo migliorare a livello mentale e con il servizio

E' arrivato, il momento della verità. I prossimi mesi ci diranno se Quinzi è davvero una promessa, un talento oppure una delle tante meteore che nascono e si spengono dopo un grande trionfo. Tra un anno tireremo le somme...

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail