Basket | Europei Slovenia 2013: Datome "Serve un'altra gara di sacrificio"

Finalmente a Lubiana non piove e c'è addirittura qualche raggio di sole, anche se l'umore in casa azzurra è leggermente peggiore, rispetto a quello dei giorni precedenti, vista la sconfitta di ieri con la Slovenia. Tuttavia, il gruppo di Pianigiani è già carico per la gara fondamentale con la Croazia: "Se ci avessero detto che saremmo alla seconda fase, con una partita da vincere per andare tra le prime otto, ci avremmo messo la firma - ha detto il capitano Gigi Datome - Prepariamoci alla prossima gara, giocandola con la stessa mentalità, cercando di imporre di più il ritmo della partita".

Secondo il giocatore dei Detroit Pistons, è proprio quella una chiave del match: "Noi dobbiamo fare la nostra partita sia in difesa, ma correndo anche di più in attacco. Ieri è stata la prima volta che abbiamo seguito gli avversari, meriti anche loro, ma sarebbe importante condurre il ritmo della gara". Dall'altra parte ci sarà una squadra carica dalla bella vittoria sulla Finlandia: "E' un girone difficile - ha spiegato Travis Diener - La Croazia è una buona squadra, abbiamo visto tutti con che facilità ha battuto i finlandesi. Sono tutte partite molto dure, restando concentrati e facendo maggiore attenzione ai rimbalzi, possiamo avere buone chance".

Può essere la gara della qualificazione: "Essendo un campionato così livellato, sono tutte decisive - dice Datome - Anche con la Slovenia avremmo potuto essere già passati. Comunque, sappiamo tutti quanto è importante". Si giocherà alle 14.30 ed è la prima volta che gli azzurri scenderanno in campo in questo strano orario, più calcistico che legato al basket: "E' un'ora così. Loro hanno fatto un'ottima partita con la Finlandia, è l'Europeo e non possiamo farci nulla". Vincere vuol dire quarti di finale, altrimenti ci sarà da soffrire fino alla fine e forse servirà l'impresa con la Spagna.

LA VIGILIA DI REPESA: "ITALIA, NON MI UCCIDERE"

  • shares
  • Mail