Tour of Britain 2013: Bradley Wiggins ha vinto la cronometro ed è in Maglia Oro

Il campione olimpico non delude mai nella sua specialità.

Il 2013 non sarà stato il suo anno migliore a differenza del 2012 in cui ha vinto Tour e Olimpiadi, ma nella sua specialità Bradley Wiggins non delude mai. Oggi il britannico ha vinto davanti al suo pubblico la cronometro del Tour of Britain 2013 ed è balzato in testa alla classifica generale davanti al suo compagno di squadra nel Team Sky Ian Stannard, nonostante la tanto odiata pioggia che lo mandò in crisi al Giro d'Italia. Buona prestazione anche per l'Italiano Stefano Pirazzi che ha ottenuto un tempo di 21' 16", ma Wiggo è stato l'unico "marziano" a scendere sotto i 20" e ha lanciato il suo messaggio ai diretti avversari per la crono Mondiale del 25 settembre.

Dopo i tanti abbandoni di ieri, oggi si sono presentati in 104 alla partenza per la crono della terza tappa del Giro d'Inghilterra lunga 16 km e corsa a Knowsley, vicino a Liverpool. Il primo a ottenere il miglior tempo è stato Anthony Delaplace della Sojasun che ha corso in 21' 56", poi superato da Joshua Edmonson del Team Sky, che è arrivato al traguardo impiegando 18" in meno e che a sua volta è stato battuto per 4" da Iljo Keisse dell'Omega Pharma Quick Step.

Uno dei protagonisti della seconda tappa, Sam Bennett dell'An Post-Chain Reaction, ha ottenuto un tempo di 21' 31" che gli ha permesso di essere leader della crono fino a quando Owain Doull della selezione britannica lo ha fissato a 21' 27".

Ma ecco che Stefano Pirazzi della Bardiani CSF Inox ha piazzato un ottimo 21' 16" che lo ha portato in testa per un po', cioè fino a quando Alexander Wetterhall del team NetApp-Endura lo ha migliorato di 2", ma è stato poi a sua volta spodestato da Jack Bauer della Garmin Sharp che ha fatto scendere il cronometro a 20' 36".

Ancora meglio ha fatto Ian Stannard che ha finito la gara in 20' 26", ma mentre arrivava al traguardo in strada c'era già Bradley Wiggins a fare faville. Il campione olimpico è stato il primo a scendere sotto i 20", fissando il suo tempo a 19' 54".

Ecco le sue parole alla fine della corsa:

"La difficoltà principale oggi era correre sotto la pioggia. Non è stata una grande stagione quest'anno, non ho disputo il Tour, non mi sono allenato da queste parti. C'erano tante curve e non ero sicuro di fare una buona prestazione, sono contento di aver vinto e di aver preso la Maglia oro. Dopo le ultime due giornate sono più ottimista, mi sento meglio. Per me la pioggia è un grande ostacolo. Per quanto riguarda la classifica non so come andrà, la cronometro mi ha dato un buon vantaggio, ma non sono di certo il miglior scalatore presente qui"

In classifica generale Wiggins ha 37" di vantaggio su Stannard e 47" sul terzo, Martin Elmiger della Iam.

Classifica generale dopo tre tappe:


    1) Sir Bradley Wiggins (Sky Procycling) 11h 25' 54"
    2) Ian Stannard (Sky Procycling) +37"
    3) Martin Elmiger (Iam Cycling) +47"
    4) Jack Bauer (Garmin Sharp) +55"
    5) Alex Dowsett (Movistar) +57"
    6) David Lopez Garcia (Sky Procycling) +1' 17"
    7) Michal Golas (Omega Pharma - Quick Step) +1' 18"
    8) Sergio Pardilla (MTN Qhubeka) +1' 18"
    9) Gerald Ciolek (MTN Qhubeka) +1' 21"
    10) Alex Wetterhall (Team NetApp Endura) +1' 21"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail