Basket | Europei Slovenia 2013: Pianigiani "Orgoglioso dei miei ragazzi"

C'è grande delusione e rammarico, tra gli azzurri, al termine della partita contro la Lituania. La squadra ci aveva creduto ed era avanti alla fine del terzo quarto, poi è arrivato quel blackout ad inizio ultimo periodo: "Ci hanno dato 10/12 punti - ha detto Marco Belinelli - poi con squadre così forti è difficile recuperare. Odio perdere, come tutta la squadra, ed ho dentro di me tanto nervoso, perché ci credevamo". Anche Pietro Aradori è arrabbiato: "Ci hanno picchiato tanto, hanno concesso molti contatti. C'è amarezza perché non si può lottare per una medaglia".

Il ct Simone Pianigiani applaude i ragazzi azzurri: "Sono molto orgoglioso di quello che hanno fatto i miei, per lo sforzo che hanno prodotto". Poi analizza la partita: "A parte quei tre/quattro minuti iniziali, abbiamo giocato benissimo. Abbiamo messo tutto in campo, nel terzo quarto recuperato l'inerzia, mettendoli in difficoltà. Poi, quando due squadre arrivano stanche, riuscire ad appoggiare la palla vicino a canestro, attaccando il post basso, gli ha dato respiro. Comunque, senza quegli errori nel finale avremmo potuto giocarcela punto a punto".

L'Europeo azzurro non è ancora finito, anzi domani alle 14.30 c'è la fondamentale sfida contro l'Ucraina, che vale un posto al Mondiale: "Ora il problema è metterli in piede per domani alle due. E' una partita che vale tantissimo e per noi è sempre più complesso, contro un'altra squadra molto grossa. Quando cominci a raschiare il barile, essere grandi ti aiuta". Aradori prova a tirare su il morale a tutto il gruppo: "Noi lottiamo sempre fino al quarantesimo e domani giocheremo meglio". E' la partita più importante della spedizione slovena.

Italia-Lituania 77-81: il commento di Belinelli


  • shares
  • Mail