Consigli nutrizionali: Cibi pronti

Per problemi di praticità e per risparmiare tempo in cucina molti fanno uso di alimenti pronti.
In commercio c'è l'imbarazzo della scelta, dai prodotti in scatola ai surgelati; di questi ultimi ne abbiamo già parlato e sappiamo che possiamo stare relativamente tranquilli.

Per tutti gli altri tipi di cibi pronti, a patto di porre attenzione nella scelta e nella qualità, nulla impedisce anche a un runner che voglia essere attento all'alimentazione, di farvi ricorso qualche volta, visto che oggigiorno il tempo per cucinare è sempre più scarso.

Occorre tenere conto, comunque, che se i procedimenti di conservazione hanno azioni distruttive nei confronti dei batteri contenuti nel cibo, ce l'hanno anche nei confronti del contenuto vitaminico e minerale dell'alimento, pertanto quei cibi che scegliamo proprio per le loro qualità nutritive in vitamine e minerali, come la frutta e la verdura, andranno consumati freschi mentre per gli altri, dalla carne in scatola ai veri e propri piatti completi, andrà posta attenzione alla presenza di conservanti dannosi per la salute (nitriti e nitrati) e alla quantità dei grassi (e di quali in particolare) fra gli ingredienti.

Ecco alcuni consigli per chi intenda affidarsi ai cibi in scatola:


  • Una scatola bombata o fessurata indica qualche carenza nella fase di sterilizzazione e il contenuto non dovrebbe essere nè mangiato nè assaggiato.

  • Una volta aperta una scatola il contenuto va trattato nello stesso modo di un alimento fresco in quanto può subire una contaminazione appena entra in contatto con l'aria, quindi una scatola usata parzialmente va coperta (ad es. con della plastica o della carta stagnola) e conservata in frigo.

  • Quando si opera con alimenti acidi o salati (conserve di pomodoro, alimenti in salamoia, ecc) è buona norma trasferirli in un contenitore di vetro o di plastica prima di metterli in frigo, in quanto dopo l'apertura si possono verificare cambiamenti di colore o possono assumere una sapore metallico.

  • Se prodotto con buone tecnologie, gli alimenti in scatola possono essere conservati dopo l'acquisto anche per 12 mesi a 20 gradi.

  • shares
  • Mail