Allenamento - 10 buoni motivi per fare stretching

StretchingI veri sporti lo praticano prima e dopo ogni allenamento. Chi vuole iniziare a correre e i podisti della domenica troppe volte non si premurano di fare stretching e rischiano problemi muscolari che possono andare dallo strappo alla contrattura o più semplicemente quel fastidioso indolenzimento che ci si porta dietro almeno un giorno dopo un allenameno saltuario.

Mi sembra opportuno, anche Quante volte, finito l’allenamento, avete fretta di tornare a casa per farvi una lunga doccia e sedervi finalmente a tavola? Spesso, però, si trascura lo stretching, fondamentale per completare la seduta di allenamento scongiurando i danni di acido lattico e dolorini muscolari e migliorando il benessere, nonché l’efficacia dell’allenamento.

Quelli di Benessereblog, che alla forma ci tengono, segnalano dieci buone ragioni per convincersi a non saltare mai la fase di stiramento, né prima di allenarsi né dopo, una volta finito, ricordando di evitare gli stiramenti a muscoli freddi e di mantenere la posizione per circa venti secondi.

  • Si potenzia la flessibilità di muscoli e tendini

  • Aumenta la resistenza muscolare allo sforzo

  • Si stimola il sonno

  • Si alleviano i dolori muscolari

  • Favorisce la sensazione di benessere

  • Si annientano i tipici dolori del giorno dopo

  • Migliora la circolazione

  • Aiuta il recupero muscolare
  • Credo che siano motivi sufficienti per ricordarsi di fare questa semplice operazione ogni volta che ci si prepara a un allemento intenso. Su Sportmedicina trovate anche un buon vademecum sugli esercizi da fare.
    Via | Vitadelia.com

    • shares
    • Mail